Speciale Natale

Moda: risarcimento per Versace

Moda: risarcimento per Versace

Santo Versace vince in Tribunale

da in Curiosità, Moda, Versace, California, Jeans, Los Angeles
Ultimo aggiornamento:

    Santo Versace

    L’ultima volta che abbiamo incontrato Santo Versace durante una conferenza sulle eccellenze italiane, lo abbiamo visto più battagliero che mai. Convinto della creatività e della unicità del prodotto italiano, da proteggere nel mondo. Chissà quindi la soddisfazione che Versace ha provato quando ha saputo di aver vinto la battaglia legale che era in corso in un Tribunale di Los Angeles. 20 milioni di dollari di risarcimento danni nell’ambito di una causa per contraffazione intentata dalla maison italiana.

    «Una pietra miliare per tutto il Made in Italy». Queste le parole con cui Gian Giacomo Ferraris, amministratore delegato di Versace, ha salutato lo storico verdetto di Los Angeles.

    Andiamo indietro al 2003 quando Versace porta alla sbarra 110 persone per la vendita di prodotti contraffatti nella California meridionale e in Arizona.

    La sentenza è stata emessa al termine di una lunga udienza che ha visto Santo Versace protagonista in prima persona in qualità di Presidente dell’omonimo gruppo. In quello che è diventato quasi uno show.

    Versace ha trasformato l’aula del Tribunale in una piccola sartoria, illustrando ai giudici e alla giuria (tutte donne) come nasce un capo, quali sono i segreti, e quali sono le differenze tra il prodotto originale e quello contraffatto.

    A margine della deposizione: «Gli ho fatto vedere i miei giubbotti e poi quelli di questa concorrenza stracciona, un orrore cui era stata appiccicata l’etichetta Versace e la Medusa, poi i miei jeans e le copie, un altro obbrobrio. Alla fine ho detto al giudice e alla giuria che se quello è Versace, allora Versace fa schifo, non ha futuro, è un bluff».

    340

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CuriositàModaVersaceCaliforniaJeansLos Angeles

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI