Moët & Chandon, a Epernay riaprono le antiche cantine dello champagne più pregiato [FOTO]

Moët & Chandon, a Epernay riaprono le antiche cantine dello champagne più pregiato [FOTO]

Sono nuovamente visitabili le storiche cantine che conservano il meglio della produzione Moët & Chandon, entrate a pieno titolo nel Patrimonio Mondiale dell'UNESCO

da in Champagne, Moet & Chandon
Ultimo aggiornamento:

    Dopo un anno di restauro conservativo riaprono al pubblico le antichissime cantine di Moët & Chandon di Avenue de Champagne a Epernay, distante solo 1 ora e mezza da Parigi. Entrate nel patrimonio mondiale dell’Unesco, sono un luogo di fascino simbolo della casa produttrice di champagne più famosa del mondo. 28 km di gallerie sotterranee dove sono conservate le bottiglie di vino migliori, quelle per le grandi occasioni. Un luogo dove scoprire le origini di questa bevanda creata utilizzando i vitigni di Pinot Noir, di Pinot Meunier e di Chardonnay. Un luogo dove già dal mattino si sorseggia un calice di armonioso e morbido Brut Impérial, o del seducente Rosé Impérial.

    Epernay è un’affascinante cittadina situata tra la Marne e Coteaux, ed è circondata da colline le cui pendici sono ricoperte di vigneti produttori degli champagne migliori del mondo. 30,000 ettari di vigne che fanno di Avenue de Champagne il viale più costoso del pianeta, surclassando gli Champs Elysées.

    Moët & Chandon

    Proprietaria dal 1743 delle cantine qui ubicate è Moët & Chandon, acquisto compiuto dal fondatore Claude Moët, colui che ha dato vita alla storia dello champagne che ha conquistato il mondo. Cantine che hanno continuato ad essere scavate fino alla fine del Ventesimo secolo, diventando la più grande rete di cantine con 28 chilometri di gallerie scavate nella pietra calcarea caratterizzate dai più svariati materiali e da architetture diverse. Le cantine Moët & Chandon, la cui altra caratteristica è di mantenere una temperatura ideale per l’invecchiamento dei vini che oscilla fra i 9 ai 12 gradi, oltre a conservare le prestigiose bottiglie di champagne, sono anche un luogo aperto al pubblico.

    Moët & Chandon, a Epernay

    Dopo un restauro conservativo durato più di un anno per salvaguardare questo luogo, che ha anche consentito di adeguare le strutture agli standard ufficiali, le cantine sono rientrate nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco, divenendo di diritto una meta storico-artistica degna di una visita. I visitatori possono godere di un tour per conoscere le tecniche di vinificazione, conservazione e imbottigliamento del vino diventato famoso per essere decisamente mosso, immersi in un luogo dove regna un’atmosfera magica ed esclusiva.

    Moët & Chandon, a Epernay

    Dalla visita dell’iconica Imperial Gallery, che celebra l’amicizia tra Jean-Rémy Moët e Napoleone I, al Cour d’Honneur, gli storici saloni Impérial e Jean-Remy e la boutique, tutti rinnovati per offrire ai visitatori un’esperienza esclusiva.

    Per chi desidera visitare la prestigiosa Avenue de Champagne, è doveroso segnalare anche le altre cantine private presenti nella zona: De Castellane, Mercier, Perrier-Jouët, Demoiselle, Comtesse Lafond, Boizel, Esterlin, De Venoge, e Pol Roger.

    575

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ChampagneMoet & Chandon Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI