Mostre Milano: quadri d’autore da vedere almeno una volta nella vita

Mostre Milano: quadri d’autore da vedere almeno una volta nella vita
da in Arte, Milano, Mostre, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    lom mi cenacolo

    Milano è una città ricca di musei e di opere d’arte e, accanto a quelle permanenti come il Cenacolo nella chiesa di Santa Maria delle Grazie o tutti i quadri conservati alla Pinacoteca di Brera, la città offre tantissime mostre temporanee. E dopo lo straordinario successo del calendario del 2010 che ha visto alcune tra gli eventi di maggiore rilievo, come la personale su Salvador Dalì, anche per il 2011 il capoluogo lombardo si prepara ad accogliere opere d’arte che sono assolutamente imperdibili per i milanesi e per chi passa dalla città. Dall’Arcimboldo, celebre artista del Cinquecento, famoso per i suoi quadri allegorici, fino a Gio Ponti architetto celebre oppure la mostra sugli Impressionisti, ecco alcuni degli eventi da non perdere.

    A Palazzo Reale l’Arcimboldo

    arcimboldo
    Tra le prime mostre imperdibili dal 10 febbraio Palazzo Reale dedicherà una mostra all’Arcimboldo. Artista milanese del ‘500, l’Arcimboldo era famoso per le sue opere caricaturali e allegoriche create con fiori, frutti, ortaggi e animali; un pittore che è stato simbolo della Milano cinquecentesca e fu particolarmente apprezzato dall’imperatore Massimiliano e dall’imperatore Rodolfo II di Praga.

    Gli Impressionisti

    Renoir
    Sempre a Palazzo Reale dal 23 febbraio si terrà una grande mostra con tutte le più importanti e le più belle opere degli impressionisti.

    Gli Impressionisti” presenta infatti settanta opere provenienti dallo Sterling& Francine Clark Art Institute di grandi maestri come Monet, Manet, Degas, Pissarro e Gauguin oltre a una ventina di tele di Renoir.

    Gli occhi di Caravaggio

    giorgione la tempesta
    Al museo Diocesano invece Vittorio Sgarbi ha curato una mostra “Gli occhi di Caravaggio” dedicata a tutte le opere che il grande pittore lombardo ha ammirato tra i 14 e i 20 anni prima del suo trasferimento a Roma. Grandi opere di Giorgione, Tiziano, Moroni, Tintoretto, Lotto e Figino saranno quindi messi mostra e ammirati con gli occhi del celebre artista.

    Gio Ponti

    gio ponti
    Alla Triennale sarà invece organizzata una personale sull’architettura di Gio Ponti.

    521

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArteMilanoMostrePrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI