by

“Napoleone e l’Impero della Moda” in mostra a Milano

    Abiti d’epoca, stampe, oggetti del periodo napoleonico raccontano la moda come fenomeno di costume e potere. Si inaugura a MilanoNapoleone e l’Impero della Moda“, un percorso espositivo che che narra un periodo fondamentale della storia del costume, attraverso la quotidianità del periodo napoleonico con le diverse mise legate alle stagioni e le diverse occasioni, le acconciature elaborate e la nascita della prima rivista di moda. La mostra è stata curata da Cristina Barreto e Martin Lancaster: i due curatori hanno messo a disposizione le loro collezioni private frutto di intenso lavoro di ricerca e passione personale per il periodo settecentesco.

    È proprio con Napoleone Bonaparte, infatti, che la moda diventa per la prima volta strumento di potere. La società risente delle trasformazioni messe in moto dallo sviluppo economico e commerciale, la vita quotidiana viene influenzata dal nuovo ordine politico, in Europa e nelle colonie, e il periodo sancisce anche la nascita delle prime “fashion victims” della storia e si pongono le basi dell’industria moderna.

    Proprio in quest’epoca il principale argomento di conversazione nei salotti dei nuovi ricchi è la scelta del sarto e del parrucchiere. In seguito a questi eventi si svilupperà la stampa di settore tra cui la rivista Costume Parisien. Nascono anche le prime boutiques.

    Napoleone e l’Impero della moda sarà in mostra fino al 12 settembre alla Triennale di Milano. Cinquanta capi esclusivi, raffinati e preziosi e non solo. Completano la rassegna migliaia di stampe e accessori .Si parte dagli anni del Direttorio, il cui stile stravagante lascia poi il posto ai costumi più sobri dettati dalla Restaurazione borbonica, passando per il puritanesimo di marca vittoriana.

    Alla trasformazione della moda femminile si osserva la trasformazione dell’abbigliamento maschile, con la figura del militare, sempre presente in questo periodo.

    fonte luxuryonline.it