Nuotare nelle acque di Berlino

A Berlino chi vuole nuotare in centro città può scegliere tra una piscina immersa nel fiume o il nuovo tratto di canale purificato di fronte al Bode Museum.

da , il

    Nuotare nelle acque di Berlino

    Non sono una gran nuotatrice, ma da circa un anno ho preso l’abitudine di fare qualche vasca in una bella piscina a Milano. Ovviamente al chiuso. Enzo qualche volta mi accompagna con pazienza. Essendo stato un insegnante di nuoto in gioventù, è bravo a nuotare e mentre lui fa due vasche io arranco per finire la prima. La faccenda del nuoto mi ha preso a tal punto che quando ho letto di ciò che stanno pensando di fare a Berlino, l’ultima città a cui uno penserebbe per delle distrazioni balneari, mi è venuta una gran voglia di farci un salto per vedere di persona.

    Per cui intanto, sfruttando i trucchetti del web, abbiamo fissato un volo per Berlino il prossimo 2 giugno. Abbiamo anche trovato con la formula di scambio-casa un’elegantissima casa a est della città, al Mitte.

    bellavitosi_Berlin Flussbad Pokal

    La scusa del viaggio sarà il Berlin Flussbad Pokal. E’ una gara di nuoto che si svolge lungo un tratto del fiume Sprea a cui anche l’anno scorso hanno preso parte qualche centinaio di nuotatori e nuotatrici. Noi non parteciperemo, staremo solo a guardare e fare il tifo per i più simpatici. Il fatto interessante che riguarda il nuotare a Berlino è però ancora in fase di progetto.

    bellavitosi_berlino progetto Flussbad

    Si chiama Flussbad e coinvolge una delle aree più famose di Berlino, l’isola dei Musei, nel centralissimo quartiere di Mitte. Il progetto prevede di trasformare il tratto di canale che scorre davanti al Bode Museum in una piscina pubblica fluviale. Sarà lunga quasi un chilometro, 750 metri per la precisione, l’equivalente di 15 piscine olimpiche. A monte di quel tratto della Sprea verrà innestato un articolato sistema di filtri naturali per depurare le acque da agenti inquinanti di qualsiasi tipo.

    bellavitosi_berlino rendering Flussbad

    Il progetto nasce nel 1997 dai fratelli e architetti Tim e Jan Edler ma solo nel 2014 è stata creata l’organizzazione di promozione del Flussbad, che ha poi ottenuto i finanziamenti pubblici per quasi 4 milioni di euro e inizierà la prima fase dei lavori nel 2018. Flussbad Berlin prevede inoltre percorsi pedonali e piste ciclabili che uniranno la piscina alle aree limitrofe più importanti della città, e la creazione del biotopo di Berlino, un parco naturale con alberi, piante e animali autoctoni.

    bellavitosi_berlino Arena Badeschiff

    Chi è più impaziente può intanto accontentarsi di un’altra piscina fluviale che già esiste nel centro di Berlino, formata da una vasca immersa nella Sprea ma che non utilizza le sue acque. Si chiama Arena Badeschiff ed è un vero cargo adattato a piscina nel bel mezzo del fiume. A giugno ci faremo sicuramente un salto. Ma quello che faremo senz’altro più volentieri, appena sarà pronto, sarà una nuotata nel Flussbad, per goderci l’acqua bonificata della Sprea. Metteremo in valigia costume e ciabattine e ci faremo un salto nel week end: sperando che l’acqua non sia troppo fredda.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati