OroArezzo 2010: si punta sulla creatività made in Italy

Soddisfazione e grande partecipazione dei visitatori per la fiera dell'alta oreficeria ad Arezzo

da , il

    OroArezzo 2010

    Si respira un’aria di moderato ottimismo tra gli stand della 31esima edizione di OroArezzo, una delle fiere internazionali più importanti per gli operatori di settore. Arezzo, una “gold valley” all’italiana, in cui l’oro è da sempre di casa, per una filiera che contribuisce per il 50% alla creazione di ricchezza nell’intera provincia aretina. Dopo la crisi che ha colpito anche l’alta gioielleria, cui si è accompagnato un forte rincaro del prezzo del prezioso metallo, i primi mesi del 2010 sembrano essere partiti all’insegna di un timido segnale di risveglio.

    E quando le cose non vanno nel modo migliore, il vecchio adagio “uno per tutti, tutti per uno” può diventare la chiave vincente. Aziende orafe aretine e non (folta la presenza vicentina, oltre ad altre 23 province cui si aggiungono 11 espositori stranieri) hanno collaborato tra loro per individuare ed invitare i migliori buyer internazionali. In numeri: 260 compratori provenienti da 49 Paesi, 460 espositori, in crescita del 10% rispetto all’edizione 2009.

    Ma quali sono le nuove tendenze? L’oreficeria si conferma un settore sensibile ai cicli economici. E alla crisi si risponde con il vero asso nella manica del nostro Paese, la creatività. Lo conferma Raul Barbieri Direttore di Arezzo Fiere e Congressi: “I compratori chiedono uno sforzo creativo che possa rendere prezioso un oggetto che in realtà costa poco”. Insomma una “gioielleria democratica” che coniughi la giusta qualità al giusto prezzo.

    Gli occhi degli addetti ai lavori saranno ora puntati sull’eco che avranno nel mondo le due iniziative di punta della edizione 2010: “Premiere“ è l’iniziativa con cui OroArezzo ha presentato le tendenze per le prossime stagioni, attraverso l’uso di materiali quali acciaio, pelle o caucciù combinati ai classici oro e pietre preziose; “GoldUp”, una mostra frutto del mix tra alta moda (cui hanno aderito 16 tra i più famosi stilisti italiani) e oreficeria di qualità che verrà portata in giro per tutto il mondo e che nell’intenzione degli organizzatori farà sognare le donne di tutti i continenti.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati