NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Orologi di lusso: L’Equazione del Tempo Royal Oak di Audemars Piguet

Orologi di lusso: L’Equazione del Tempo Royal Oak di Audemars Piguet

    audemars  piguet oro

    Audemars Piguet presenta la sua ultima creazione, L’Equazione del Tempo Royal Oak, perfetta sintesi tra la modernità e la tradizione dell’alta orologeria. Il modello è disponibile in due possibili varianti, con cassa in oro rosa e cinturino in alligatore marrone oppure con cassa in acciaio e cinturino nero. Questo orologio è l’esaltazione della precisione: sul quadrante sono indicate data, giorno, ciclo bisestile, fasi lunari e l’ora dell’alba e del tramonto. Un vero e proprio prodigio di rigore che tiene conto della longitudine e della latitudine del luogo. Il prezzo al pubblico è di 81.000 euro per la versione in oro rosa e di 62.600 euro per quella in acciaio.

    Il nuovo orologio di lusso dello storico marchio di alta orologeria Audemars Piguet è un vero e proprio capolavoro, soprattutto di precisione. L’elegante cassa, in oro rosa 18 carati oppure in acciaio, è di forma ottagonale e si contraddistingue per le viti esagonali in oro bianco lucido che decorano la lunetta; la corona è anch’essa esagonale mentre le anse si evidenziano per la particolare forma e per l’alternanza di finiture lucide e satinate.

    Sul quadrante “Argentè”, che riprende il motivo “Grande Tapisserie”, si notano i differenti contattori, data, giorno, ciclo bisestile, fasi della luna, alba e tramonto.

    La particolarità dell’Equazione del Tempo Royal Oak risiede però nel meccanismo del calendario perpetuo: il cuore dell’intero sistema è la camma sulla quale sono programmate le durate mensili. Sulla circonferenza, le sezioni prominenti rappresentano i mesi di 31 giorni mentre le tacche quelli di 30 giorni. Sull’asse è poi presente una ruota che indica gli anni bisestili: una camma indica il normale mese di febbraio e quello bisestile ed effettua un giro in quattro anni permettendo così l’indicazione degli anni bisestili. Il calendario perpetuo non dovrà essere corretto fino al 1° marzo 2100 quando basterà azionare i correttori al fianco della cassa per correggere il meccanismo di un altro secolo.

    audemars piguet acciaio

    394

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alta orologeriaOrologi di LussoPrimo Piano
    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati

    PIÙ POPOLARI