Phillippe Starck firma il suo ristorante “Ma Cocotte” a Parigi

Phillippe Starck firma il suo ristorante “Ma Cocotte” a Parigi

Phillippe Starck ha aperto le porte della sua ultima creatura, il ristorante Ma Cocotte a Parigi, nel cuore del mercatino delle Pulci di Saint Ouen: un luogo dal fascino antico e moderno per respirare l'atmosfera della Ville Lumière

da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    ma cocotte restaurant

    Phillippe Starck ha aperto le porte della sua ultima creatura, il ristorante “Ma Cocotte” a Parigi. Un locale che esprime una “Francia e una Parigi Moderna, idealizzata, comodo: una specie di cantina parigina, allo stesso tempo concentrata qui e da nessuna parte”. Il ristorante è stato creato dal celebre designer nel cuore del mercato delle Pulci di Saint-Ouen, dipartimento Senna-Saint Denis: l’intento era quello di creare un’atmosfera familiare, mescolando elementi pescati nei mercati con il design moderno. Una sorta di luogo della memoria, dove respirare l’aria di Parigi e dei suoi mille volti.

    phillippe starck ma cocotte

    In fatto di ristoranti Parigi non ha nulla da invidiare a nessuna città al mondo: nonostante non abbia la palma della città con più ristoranti stellati Michelin andata a Tokyo, la Ville Lumière rimane un luogo ricco di fascino e sapori unici, che l’hanno portata a essere la città dei gourmand.

    Per Starck, parigino di nascita, il ristorante è un inno alla sua Parigi, quella da lui cristallizzata nei suoi anni all’estero. Un pezzo della Francia delle Pulci, una società ideale, “proporzioni umane, persone intelligenti e di cultura con un dialetto personale”, come l’ha descritta lui stesso.

    Il designer ha firmato progetti in tutto il mondo a livelli di architettura come di design: le sue creazioni sono tra le più amate tra gli appassionati di design.

    La sua arte è entrata di diritto anche nei musei come esempio della contemporaneità, ma il suo desiderio di tornare alle origini lo ha richiamato nella sua città, Parigi.

    “Ma Cocotte” nasce nel cuore del mercato delle Pulci: un edificio di mille mq per un locale a due piani e un totale di 250 coperti. Al primo piano si trova un loft che funge da sala da pranzo, mentre al secondo si trovano due saloni dove i clienti si possono rilassare tra stufe, tavoli bassi, poltrone in pelle, con scaffali che traboccano di oggetti e libri pescati dal designer e dalla moglie tra i mercatini.

    La cucina è affidata a Fabienne e Philippe Amzalak con lo chef Yannick Papin ai fornelli e propone piatti tipici della cucina francese e parigina con un tocco di modernità ma sempre con un forte legame con la tradizione. Piatti da condividere, vini da degustare, magari al rientro da una lunga giornata di lavoro in un’atmosfera della vecchia Parigi.

    Il ristorante è molto diverso dai progetti più iconici di Starck per quell’atmosfera un po’ retrò che affascina chiunque passeggi per le vie di Parigi. Il nido dell’infanzia, un locale che faccia venire in mente un “piatto di minestra calda, una tazza di caffè fumante o di profumato tè, un bicchiere di vino”: Ma Cocotte si propone come un nuovo indirizzo per gourmand e amanti del designer che potranno rivivere atmosfere uniche, proprio come Parigi.

    537

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI