Pranzo di Natale di lusso, menu esclusivi per feste indimenticabili anche a tavola [FOTO]

Pranzo di Natale di lusso, menu esclusivi per feste indimenticabili anche a tavola [FOTO]

Come rendere di vero lusso il pranzo di Natale, scegliendo tra ingredienti rari e costosi e sorseggiando i vini migliori per un momento gastronomico unico ed esclusivo

da in Champagne, Food & Drink
Ultimo aggiornamento:

    Con le festività alle porte, è il momento di pensare al pranzo di Natale di lusso con il menu da servire agli ospiti. Il momento della convivialità per eccellenza, quando tutti si riuniscono per festeggiare deve essere speciale anche a tavola. Ogni famiglia, specie in Italia, ha le sue tradizioni a cui sembra impossibile rinunciare, ma basta scegliere gli ingredienti giusti, avere l’occhio per i dettagli e lasciarsi conquistare dall’atmosfera delle feste per rendere unico il pranzo di Natale. Per chi ha deciso di invitare parenti e amici qualche consiglio per un menu di Natale degno di un ristorante stellato, tra tradizione e modernità.

    I migliori ristoranti di norma offrono menu natalizi extralusso: a Londra c’è anche chi ha ideato il pranzo di Natale più costoso al mondo, ma è possibile organizzare un menu di Natale esclusivo anche a casa.

    La tavola perfetta
    Tavola di Natale imbandita

    La prima cosa a cui pensare è la tavola. Apparecchiatura e decorazioni devono essere perfette e dare al primo sguardo l’idea di essere a un mini ricevimento piuttosto che a un pranzo di famiglia.

    La scelta della tovaglia è a gusto personale, ma per essere davvero chic evitate quelle dal tema troppo natalizio. Al posto di stelle, Babbi natale e renne, scegliete un modello monocromatico, di una tonalità chiara come lo champagne o rossa da abbinare all’oro: in questo modo la tavola apparirà subito elegante.

    Scegliete posate, piatti e i bicchieri del vostro miglior servizio e assicuratevi di averne a sufficienza per tutti gli ospiti: nulla stona di più di una tavola apparecchiata con posate e bicchieri diversi. Potete optare per il classico piatti in porcellana bianca, posate in argento e bicchieri in cristallo o per modelli più raffinati: l’importante è che siano disposte in maniera corretta, lasciando il giusto spazio tra un ospite e l’altro.

    Visto che Natale si celebra una volta l’anno, usate tovaglioli di tessuto: potete abbinarli alla tovaglia o scegliere un colore “a tema” e spezzare. Decorazioni, centrotavola e segnaposti sono il tocco finale: rivolgetevi a professionisti se temete di non essere all’altezza, ma la tavola di Natale deve avere un centrotavola. Sistemata la tavola, si può passare a ideare il menu perfetto.

    Il menu di Natale
    piatti lusso st regis hotel

    Il pranzo di Natale è già di per sé un lusso: in quest’occasione si mangiano pietanze che non arrivano tutti i giorni a tavola. Il dubbio è la scelta tra i piatti della tradizione o un menu alternativo: cosa rende davvero di lusso un pranzo di Natale?

    Uscire dal solco della tradizione è la scelta migliore se si vogliono stupire gli ospiti: in questo modo gli ingredienti migliori e lussuosi possono trovare il loro spazio in un menu natalizio esclusivo.

    La portata che si attende con più curiosità è l’antipasto durante il quale si possono servire pietanze da tutto il mondo, compresi i cibi più costosi al mondo.

    Di solito a Natale si prediligono piatti a base di carne, ma con gli entrée si può fare incetta di pesce e crostacei.

    Dal salmone affumicato agli scampi, passando per le capesante e le ostriche, senza dimenticare il caviale o bocconcini di aragosta: la regola è che siano freschissimi, da servire come finger food, con combinazioni di sapori anche ardite.

    Per gli amanti della carne ci sono altre specialità da servire come antipasto tra crostini con foie gras, vol-au-vent di porcini e tartufo, salumi rari e pregiati, da accompagnare con salse. Il segreto è scegliere tra gli ingredienti più buoni e speciali, abbinandoli per creare delle piccole composizioni, come nei veri ristoranti: si soddisfa il palato e si può proseguire con le altre portate.

    Anche a Natale sono pochi quelli che rinunciano alla pasta: in quest’occasione si possono inventare piatti da gourmet usando paste fresche per composizioni e piatti ripieni. Pensate a una lasagnetta di mare con aragosta, scampi e crema di zafferano o ravioloni con foie gras e i vostri ospiti si sentiranno in un ristorante a tre stelle Michelin.

    La portata principale, secondo la tradizione, è di carne: agnello o capretto, cappone e tacchino, ma se volete stupire perché non scegliere l’oca o il manzo Wagyu?

    Infine i dolci. Se non riuscite a rinunciare al panettone e al pandoro che sia solo artigianale e con il caffè servite piccola pasticceria, come tartufi di cioccolato con scaglie d’oro o splendidi e colorati macarons, magari prendendo spunti dai piatti serviti nei grandi ristoranti: il Natale vi sembrerà davvero più dolce.

    In alto i calici
    champagne natale

    Per un pranzo di Natale di lusso è fondamentale la scelta del vini e delle bevande. Sulla tavola non deve mancare lo champagne da servire come aperitivo insieme a ostriche e caviale o con il dessert a fine pasto. Se non siete fini intenditori, recatevi in enoteca o rivolgetevi a sommelier esperti, oppure potete fare affidamento sugli champagne migliori al mondo, da selezionare per i vostri ospiti.

    Per gli appassionati non sarà difficile abbinare il vino alle pietanze, da servire nel giusto bicchiere: ogni portata dovrà avere un vino specifico in modo che gli ospiti possano godere fino in fondo dei sapori. Il dopo caffè è dedicato agli amanti dei liquori con whisky e cognac da sorseggiare e degustare.

    Ingredienti rari e preziosi, piatti da gourmet, una tavola imbandita e ottime bevande: il lusso è protagonista sulle tavole di Natale.

    1050

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ChampagneFood & Drink Ultimo aggiornamento: Giovedì 06/11/2014 18:05
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI