Recessione, è crisi anche per i produttori di sigari

La recessione ha contagiato anche il settore dei sigari, nell’ultimo anno è stato infatti registrato un calo nell’acquisto sia di sigari che di accessori connessi

da , il

    Recessione e tagli quasi in tutti i settori dei beni di lusso, dall’abbigliamento alle auto, e adesso a quanto pare sembra cadere nel baratro della crisi anche il fumo: è crisi anche per il settore dei sigari costosi.

    Crisi per tutti, nessuno escluso, questo è quanto emerge da un’analisi generica dei costi e del calo dell’offerta. E’ successo alle auto e ai grossi brand dell’alta moda, alle strutture turistiche e alla tecnologia di fascia alta, adesso succede anche ai sigari.

    Da un anno a questa parte a quanto pare si è verificato un grosso calo nella vendita non soltanto di accessori utilizzati dai fumatori ma anche nell’acquisto d sigari particolarmente esclusivi. Per i produttori di sigari tenersi i propri clienti sarà un problema, ecco perché Famous Smoke, un sito dove poter acquistare online i propri sigari, ha messo in vendita delle scatole promozionali composte da diversi tipi di sigari. Questo permetterà ai fumatori di provare i “nubs” senza necessariamente acquistarne un’intera scatola.

    Ogni confezione contiene ben tre paia di sigari differenti e i prezzi vanno dai 27 ai 35 dollari per confezione. L’iniziativa rientra nel progetto di una collaborazione tra produttori e fumatori, evitare di perdere clienti permettendo ai fumatori di acquistare a prezzi modici i sigari che rpeferiscono.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati