Record da 6,9 milioni di dollari per il comò d’antiquariato più costoso al mondo

Nuovo record da Sotheby's che nel corso dell'asta dedicata alla collezione del banchiere svizzero Edmund J Safra ha venduto per 6,9 milioni di dollari un comò d'epoca Luigi XVI, il più costoso al mondo

da , il

    como record luigi xvi

    Un nuovo record segnato da Sotheby’s che ha visto scatenarsi una vera battaglia a suon di offerte per il comò d’antiquariato più costoso al mondo, battuto per 6,9 milioni di dollari. Il mobile d’epoca Luigi XVI, in bronzo, decori d’oro e lacca nera, faceva parte della collezione del miliardario e banchiere svizzero Edmund J. Safra e sua moglie Lily che ha raccolto un totale di 46 milioni di dollari. Il vero protagonista però è stato il comò in stile giapponese che ha attirato l’attenzione dei collezionisti per la sua splendida fattura, facendo così lievitare il suo prezzo fino a diventare il pezzo d’antiquariato più costoso al mondo.

    Tutta l’asta è stata caratterizzata da una serie di mobili d’antiquariato che hanno fatto letteralmente impazzire i collezionisti, come il comò Harrington, risalente al 1770, che è stato venduto per 6,06 milioni di dollari, ma nessuno ha visto un successo equivalente al comò Luigi XVI.

    Il motivo è presto detto. Si tratta di un mobile di altissima fattura, ispirato allo stile giapponese, secondo la moda di quel tempo, quando sulle tavole e negli ambienti dominavano pezzi unici di chinoiseries. In lacca nera, tutti i decori e gli intarsi sono in oro e bronzo e risaltano splendidamente sullo sfondo scuro.

    L’asta ha confermato l’attenzione dei collezionisti nei confronti dei mobili e oggetti d’antiquariato, in particolare per la collezione dei coniugi Safra.

    L’evento di New York era infatti il secondo in cui venivano offerti pezzi della collezione e come il primo, tenutosi nel 2005 per un guadagno totale di 48,9 milioni di dollari, ha avuto un grande successo, da record.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati