Ristoranti più costosi al mondo, la top ten: i dieci locali dove si spende di più [FOTO]

Ristoranti più costosi al mondo, la top ten: i dieci locali dove si spende di più [FOTO]

I dieci ristoranti più costosi al mondo, da New York a Tokyo, passando per le Maldive, l'Umbria e Roma: una lista dei locali dove l'alta cucina incontra il lusso in tutte le sue sfaccettature

da in Food & Drink, Ristoranti di Lusso
Ultimo aggiornamento:

    Un giro intorno al mondo alla scoperta dei ristoranti più costosi, i primi dieci di una speciale classifica che elenca i locali dove si spende di più per cene ad alto tasso culinario. Dalle Maldive a Parigi, passando per Tokyo e New York, i ristoranti più cari al mondo offrono servizi e cucina di altissimo livello: la qualità degli ingredienti, la location, la carta dei vini e servizi particolari fanno lievitare il conto fino a cifre molto più che importanti. Anche l’Italia trova posto nella top ten con ben due ristoranti, uno in Umbria e uno a Roma, Trastevere. Vediamo quali sono i dieci ristoranti più costosi al mondo.

    Nella classifica non si trovano solo i grandi nomi stellati che si contendono il titolo di ristorante migliore al mondo: a essere sotto la lente d’ingrandimento non è tanto la cucina, ma il servizio generale dei locali che comprende, ovviamente, una gastronomia di altissimo livello. I dettagli, i particolari, la storia o la location sono gli elementi presi in considerazione, partendo dal conto finale.

    I ristoranti più lussuosi del mondo

    Ad aprire la classifica troviamo l’Ithaa, alle Maldive. Posto a cinque metri sotto il livello del mare, offre una visuale unica dei fondali dell’oceano. Sotto la cupola trovano posto 14 persone: vista la location esclusiva e i costi per avere le materie prime, si arriva a spendere 300 dollari a testa, escluse le bevande, per un menu degustazione che offre cucina di stampo occidentale con influenze delle Maldive.

    Di norma i ristoranti all’interno dei centri commerciali sono economici ma non a New York, precisamente al Time Warner Center dove si trova il Masa, tempio del sushi nella Grande Mela. Lo chef Masayoshi Takayama ha messo a punto un menu che comprende il meglio della tradizione giapponese con qualche chicca in più, come la tartare di tonno rosso con caviale di Osetra: il menu fisso è di 450 dollari a persona, ma per una cena in due si può arrivare tranquillamente fino a 1.500 dollari.

    Quando il lusso incontra la cucina italiana si rasenta la perfezione: è quanto accade a Solo per Due, a Vacone, in Umbria, il più piccolo ristorante al mondo. Come recita il nome, sono solo due i commensali che vengono serviti ogni sera, all’interno di una splendida villa d’epoca. Non esiste una carta, ma il menu viene scelto in base alle preferenze degli ospiti: cameriere personale con tanto di campanello in argento per chiamarlo e un costo di 500 euro a coppia.

    Dalle colline umbre a quelle californiane della Napa Valley al The French Laundry, guidato dallo chef Thomas Keller. Per il menu fisso si arriva a spendere 753 euro a coppia, ma se ci si lascia guidare dalla carta è facile arrivare anche a mille dollari.

    A Tokyo la mecca degli amanti del sushi è Sukiyabashi Jiro, tempio della cucina di Jiro Ono, 87 anni, vero maestro della gastronomia giapponese. Tre stelle Michelin e il titolo di chef stellato più anziano al mondo, è il paradiso per chi ama il pesce crudo nipponico: ogni boccone è eseguito con la stessa maestria e precisione dallo chef. Il menu degustazione è di circa 460 euro a coppia.

    A Londra si trova il The Lecture Room and Library, regno dello chef francese Pierre Gagnaire: gli ospiti sono accolti in una sala che ricorda più uno studio che un ristorante. Per un pranzo si spendono circa 115 euro a persona, escluso il vino: contando che il locale vanta la migliore cantino d’Inghilterra, conviene calcolare almeno un cento euro in più.

    El Amparo a Madrid è immerso nel cortile di un antico palazzo. Menu innovativo e servizio di alta classe per uno dei locali in cui è più difficile prenotare un tavolo: solo di coperto, a seconda del tavolo, si arriva a pagare dai 18 ai 40 euro.

    Tempio della cucina francese, l’Alain Ducasse au Plaza Athénée, a Parigi si merita il titolo del ristorante più costoso della Ville Lumière: si va dai 250 euro ai 400 euro a persona e una cantina di oltre 35mila bottiglie in uno dei tanti ristoranti del re della cucina francese.

    Ancora a Tokyo ma non per un ristorante di sushi con l’Aragawa, che serve specialità nipponiche di carne: solo sei tavoli e nessun menu, con la scelta dei tagli di carne del giorno. Per una cena a base di bistecche si spende 265 euro a persona circa.

    Infine Roma, Trastevere, dove si trova l’Alberto Ciarla, elegantissimo ristorante di pesce dove un piatto in media costa 85 euro. Il meglio del pesce del Mediterraneo, sempre freschissimo, servito crudo, o grandi piatti con aragoste, ostriche e altre prelibatezze del mare per un menu ultra ricercato e costosissimo dove è la materia prima a farla da padrona.

    855

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Food & DrinkRistoranti di Lusso Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/07/2014 10:42
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI