Speciale Natale

Ritz di Parigi, scoperta opera d’arte del pittore del Re Sole nella suite di Coco Chanel

Ritz di Parigi, scoperta opera d’arte del pittore del Re Sole nella suite di Coco Chanel

Nel corso dei lavori di restauro al Ritz di Parigi è stato scoperto un dipinto del XVII secolo a opera di Charles Le Brun, pittore di corte del Re Sole: era conservato nella suite di Coco Chanel

da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    Charles Le Brun dipinto Ritz Paris

    Una scoperta sensazionale per un’opera d’arte finora sconosciuta. Al Ritz di Parigi è stata infatti ritrovata una tela dipinta da Charles Le Brun, pittore personale del Re Sole, Luigi XIV. La scoperta è avvenuta nella suite dove per 30 anni visse Coco Chanel: qui è stata ritrovato il dipinto che reca l’iscrizione CLBF 1647, “Charles Le Brun Fecit”. L’opera, olio su tela, raffigura Polissena, mitica principessa troiana tanto che gli esperti di Christie’s l’hanno intitolata “Le sacrifice de Polyxène”. Ora il quadro sarà esposto presso la casa d’asta e messa in vendita con una stima che oscilla tra i 300 e i 500mila euro.

    Lo storico indirizzo della Ville Lumiére è ora chiuso per gli imponenti lavori di restauro già in progamma da tempo: lo scorso 31 luglio ospiti ed estimatori hanno dato l’ultimo sguardo al Ritz di Parigi che tornerà a splendere, assicura la proprietà, entro il 2014.

    I lavori sono stati definiti necessari dallo staff e dalla proprietà dopo la perdita del titolo di “Palais”: per mantenere viva la lunga tradizione dell’hotel è stata rimessa mano a tutti gli ambienti, comprese le camere, suite, centro benessere, ristoranti e la scuola di cucina Ritz Escoffier.

    Proprio durante i sopralluoghi nelle camere è stato ritrovato il dipinto di Le Brun: Olivier Lefeuvre, specialista di Christie’s, era intento a catalogare arredi e oggettistica nella suite di Coco Chanel quando ha preso visione del quadro già riconosciuto come opera di Le Brun dall’esperto d’arte del Ritz Joseph Friedman e dalla sua collega Wanda Tymowska.

    È probabile che l’opera sia stata dipinta dopo il soggiorno di tre anni del pittore a Roma, quando ebbe modo di conoscere le opere di Raffaello e si avvicinò all’arte di Nicolas Poussin.

    La scoperta ha dell’incredibile perché il dipinto non era conosciuto: Le Brun era il pittore di corte di Luigi XIV e ha firmato opere pittoriche e decorative per i più maestosi palazzi dell’epoca, legando il suo nome alla reggia di Versailles, a Fointanebleu o il Louvre e diventando uno dei nomi più noti della Francia di allora.

    Ancora non è chiaro come e quando l’opera sia entrata a far parte della collezione dell’hotel di Place Vendôme, anche se in molti credono che fosse già presente nell’edificio quando César Ritz acquistò l’edificio nel 1898.

    Ora il quadro sarà esposto presso la casa d’asta e in seguito messo in vendita nel corso dell’asta in programma il 15 aprile: probabile che l’incasso sarà devoluto da Mohamed Al Fayed, attuale proprietario dell’hotel, alla fondazione creata in memoria del figlio Dodi, tragicamente scomparso insieme a Lady Diana il 31 agosto 1997.

    488

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI