Shangri-la, niente più zuppa di pinne di squalo negli hotel di lusso della catena

Shangri-la, niente più zuppa di pinne di squalo negli hotel di lusso della catena

Decisione storica per la catena di hotel di lusso Shangri-La che da oggi non servirà più la zuppa di pinne di squalo, piatto ritenuto una vera prelibatezza da banchetto, per la nuova politica di pesca sostenibile

da in Food & Drink, Hotel 5 Stelle, Hotel Di Lusso
Ultimo aggiornamento:

    zuppa pinne squalo

    Decisione storica per Shangri-la, la catena di hotel di lusso asiatici, che ha deciso di non servire più ai suoi ospiti la zuppa di pinne di squalo in tutte le sue 72 proprietà. Il piatto è da sempre considerato una vera prelibatezza tanto da essere servito nei ristoranti di lusso in tutta l’Asia, specialmente a Hong Kong, in occasione di banchetti speciali, ma da oggi negli alberghi della catena non sarà più possibile mangiarlo. La decisione ha effetto immediato: non ci sarà dunque neanche l’occasione di ordinare un’ultima porzione del piatto, per effetto della nuova “politica di pesca sostenibile”, firmata dalla catena.

    Per i clienti degli hotel di lusso asiatici potrebbe essere un boccone amaro da mandar giù, ma i vertici della compagnia sono stati chiari e inflessibili: niente più zuppa di pinne di pesce. Non solo, visto che la nuova policy della catena porterà a una graduale eliminazione dal menu del tonno rosso e del branzino cileno, altre due specie a rischio d’estinzione.

    La decisione è molto importante e apre un nuovo orizzonte per l’alta gastronomia. Lo squalo infatti è uno degli animali più a rischio di estinzione e in Asia viene cacciato indiscriminatamente per le sue pinne.

    L’allarme lanciato dagli scienziati è rimasto inascoltato per anni, ma oggi Shangri-la ha deciso di far sua la battaglia per la salvaguardia delle specie a rischio.

    Ci saranno variazioni nel menu all’altezza dei palati più sopraffini, assicurano dalla catena. Per chi dunque è disposto a spendere cifre da record pur di servire il tonno rosso, altra specie in estinzione, una grande catena si oppone, inaugurando una gastronomia di lusso ed ecologica.

    Una scelta coraggiosa, ma indispensabile: mentre per il caviale si può, con grandi costi, creare degli allevamenti e ovviare così alla sua scomparsa, per gli squali non è certo possibile. Meglio allora lasciarli liberi nei mari.

    364

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Food & DrinkHotel 5 StelleHotel Di Lusso
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI