Sondaggio aste di primavera: primo posto per la Ferrari

Sondaggio aste di primavera: primo posto per la Ferrari

Al primo posto delle cose che avreste voluto comprare con ben il 44% dei voti, c'è la Ferrari 458 Italia, che in un'asta organizzata a Los Angeles, ha raccolto ben 600

da in Aste, Classifiche, Curiosità, Ferrari, In Evidenza, news
Ultimo aggiornamento:

    Sondaggio aste

    Oggi chiudiamo il nostro sondaggio sulle aste di primavera. Vi avevamo chiesto che cosa vi sareste giudicati tra quelle proposte. Molte sono state le aste che di recente hanno riscosso molto successo, a cominciare dall’ultima di Picasso che si è guadagnata il titolo di asta record per le opere d’arte. Ma torniamo a noi, ai risultati del sondaggio.

    Al primo posto delle cose che avreste voluto comprare con ben il 44% dei voti, c’è la Ferrari 458 Italia, che in un’asta organizzata a Los Angeles, ha raccolto ben 600.000 dollari, devoluti a fondazioni in aiuto di Haiti. Nella stessa occasione sono stati battuti esclusivi esemplari e il primo esemplare, appunto, della Ferrari 458.

    Segue la Ferrari al secondo posto con il 14% dei voti, l’asta indetta per il pianoforte di Elvis Presley. Non un pianoforte qualunque, quindi. Lo strumeto musicale è stato realizzato con pelle e oro 24 carati.

    Con il 10% dei voti avete scelto di aggiudicarvi il bacio messo all’asta da Kate Moss. E’ costato ben 5000 sterline al vincitore che sono state devolute a favore di un ospedale per bambini. Ma con il 17% dei voti sono state altre le vostre preferenze, come Giovanni che nei commenti ci ha scritto che avrebbe preferito una pizza con Naomi Campbell.

    Coraggioso, direi.

    Al penultimo gradino del nostro sondaggio con l’8% delle preferenze c’è l’asta con in vendita la lista di Oskar Schindler. La stessa lista che ispirò la famosa pellicola e il libro. Prezzo di vendita ricordiamo era di 2,2 milioni di dollari.

    Ultima posizione con il 6% dei voti per la Limousine appartenuta a Stalin. Si trattava di una ZIL ZIS-110 che fu del dittatore sovietico, detto “l’uomo d’acciaio“. Non a caso scelse un’auto dura e rigida e la utilizzò dal 1950 al 1953.

    388

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AsteClassificheCuriositàFerrariIn Evidenzanews
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI