Steve Jobs da record, venduto un suo ritratto per 210mila dollari

Vendita record alla fiera d'arte Scope di Miami per il ritratto di Steve Jobs realizzato dall'artista David Datuna con 80mila immagini della scrittrice Ayn Rand, venduto per 210mila dollari

da , il

    ritratto steve jobs

    Steve Jobs continua a rimanere una delle personalità più importanti, nonostante la sua scomparsa, avvenuta il 5 ottobre di quest’anno. È per questo che un suo ritratto è stato venduto per 210mila dollari. Il ritratto è una sorta di gigantografia dal titolo “Milioni di punti di vista” ed è stato esposto alla fiera internazionale d’arte Scope Miami per 210mila dollari, cifra mai raggiunta per un’opera esposta nel corso della manifestazione. L’opera è stata realizzata dall’artista David Datuna che ha utilizzato 80mila fotografie della scrittrice, filosofa e sceneggiatrice Ayn Rand. Una scelta non causale visto che il padre della Apple ha sempre ammesso di essersi ispirata a lei.

    Gli omaggi a Steve Jobs si sono ripetuti spesso nei mesi successivi alla sua scomparsa. Dalle versioni più lussuose dei Mac nati dal suo genio, a modelli di extralusso dell’iPhone4S, creato in suo omaggio dalla stessa Apple, fioccano i tributi a un uomo che ha cambiato il mondo di vivere la tecnologia.

    Anche David Datuna ha voluto celebrare Steve Jobs con un ritratto molto particolare. Il ritratto del fondatore della Apple è ottenuta unendo le immagini di una scrittrice, la Rand, che fu un importante punto di riferimento per Jobs.

    L’opera è stata esposta allo Scope Miami, la fiera dedicata all’arte contemporanea sotto un muro di lenti ottiche. Per l’autore si è tratta di un omaggio alla sua filosofia aziendale che ha portato l’azienda di Cupertino a diventare un vero colosso, più che una celebrazione del personaggio.

    In barba a polemiche su quanto Steve Jobs possa essere o meno un simbolo di consumismo, l’opera ha riscosso un tale successo da far registrare una vendita da record.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati