Tata, un lusso da 5.000 euro al mese

A Milano avere una tata è diventato un servizio di lusso un po’ come avere un maggiordomo, i prezzi sono alquanto proibitivi e arrivano anche intorno ai 5

da , il

    Una volta i bambini si lasciavano ai nonni che li tenevano volentieri mentre i genitori erano in ufficio, oggi a quanto pare i genitori preferiscono lasciarli a casa con una tata che si occupi di loro a tempo pieno. E lo sapete quanto cosa una tata puericultrice? Ben 4.000 – 5.000 euro al mese.

    Oggi una tata a Milano guadagna esattamente quanto un dirigente d’azienda,né più né meno, solo che in questo caso inclusi nel pacchetto ci sono anche vitto e alloggio, e almeno un giorno libero a settimana. A denunciare questa situazione sono un gruppo di mamme milanesi stufe di subire il potere di queste tate che si riuniscono per concordare prezzi e condizioni e così diventa impossibile trovarne una che lavori conb tariffe più economiche.

    Così ne approfittano, senza darci la possibilità di contrattare “ dice Barbara Bonelli, che avrà il primo figlio ad ottobre. “Cercavo una professionista per i primi mesi. I costi però sono proibitivi”. Stessa cosa per la signora Maria Punzo, mamma di Alice, che per il primo mese ha ripiegato su una tata a tempo per 20 euro all’ora. Insomma i genitori vanno a lavorare per pagare la tata, ma non tutti hanno uno stipendio da dirigente e in molti casi è praticamente impossibile trovare qualcuno che si occupi dei bambini.

    Secondo una ricerca della redazione de Il Giornale.it, le tate chiedono cifre che partono dai 3.000 euro e che toccano i 5.000 nel caso in cui siano diplomate. Insomma a Milano forse è meglio ricorrere all’aiuto dei cari e amorevoli nonni.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati