Termoli, uno dei paradossi della crisi

Termoli, uno dei paradossi della crisi

La crisi paradossalmente rende più ricchi quelli già ricchi, un paradosso, ma sono diversi i casi, tra questi quello di Termoli

da in Beni di Lusso, Boutique di lusso, Curiosità, Eventi, Viaggi
Ultimo aggiornamento:

    Recessione economica

    Crisi, ma quale crisi, o almeno non per tutti. Il caso di Termoli, una città costiera del Molise in provincia di Campobasso dimostra che nonostante tutto continua ad alzarsi la soglia di ricchezza per una stretta fascia di popolazione che sembra essere immune agli effetti della crisi.

    Gli imprenditori e i professionisti della città, ovvero quelli senza alcun problema di portafogli, non hanno minimamente modificato o accentuato il loro tenore di vita, e sembrerebbe effettivamente essere uno dei paradossi di questa crisi, al contrario loro continuano a comprare servizi e beni di lusso esattamente come facevano prima, se non di più, visto che il mercato ormai si adegua ad un target inferiore.

    Anche il mercato delle abitazioni è in crescita e non ha subito alcuna recessione per le casa di fascia alta, si mantengono stabili le richieste per le case di lusso, mentre al contrario diminuiscono per le case di fascia bassa. Diversi nel termolese riescono ancora a permettersi case da 3.500 euro al metro quadro.

    Auto, che dire, quando si tratta di vetture non esistono le mezze misure, specialmente per un bene che viene automaticamente connesso e assimilato allo status. Il mercato a Termoli segue due tendenze, o si vendono auto al di sotto dei 10.000 euro oppure al di sopra dei 70.000, ditemi voi se questa situazione non è paradossale.

    Stessa cosa per abiti e gioielli, cresce lo shopping dei facoltosi che possono permettersi grandi marchio come Dolce&Gabbana, Gucci, Versace, e spendere mensilmente fino a 5.000 euro per il proprio guardaroba. Ai gioielli nessuno rinuncia, e non si tratta soltanto di donne, anche gli uomini scelgono classici come Cartier, Tiffany, Mont Blanc, con articoli che vanno dai 5.000 ai 15.000 euro.

    Infine nessun risparmio neppure per le vacanze, lo sappiamo, quelle sono intoccabili. Lo scorso Natale i ricchi termolesi hanno speso anche 3.500 euro per le loro vacanze scegliendo crociere e destinazioni di extralusso.

    Via |Primonumero.it

    428

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Beni di LussoBoutique di lussoCuriositàEventiViaggi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI