Uova Fabergè, ritrovato un originale d’età imperiale: vale una fortuna

Uova Fabergè, ritrovato un originale d’età imperiale: vale una fortuna

Ritrovato in un mercatino d'antiquariato statunitense uno delle tre uova Fabergè originali d'epoca imperiale dato per scomparso nella rivoluzione russa: vale 33 milioni di dollari

da
Ultimo aggiornamento:

    uovo fabergè ritrovato

    Una storia che sembra una trama di un film e che è invece è tutta vera. Un anonimo compratore statunitense del Midwest è infatti riuscito a trovare un uovo Fabergè originale d’epoca imperiale sulla bancarella di un mercatino d’antiquariato. Il gioiello è una delle tre uova Fabergè originali ritenute scomparse nel corso della Rivoluzione russa: è un caso unico e raro visto che si tratta di un pezzo originale firmato Carl Fabergè e che era dato scomparso per sempre. Il valore potrebbe superare, secondo le prime stime, i 33 milioni di dollari. Non male per un acquisto fortuito.

    Le uova Fabergè sono uno dei grandi miti dell’alta gioielleria. La loro storia e la loro fortuna sono collegate alla corte imperiale dello zar Alessandro III di Russia e alla famiglia reale russa.

    Con la caduta del regime zarista e l’inizio della rivoluzione, tra i tanti tesori di cui si persero le tracce ci furono le uova Fabergè.

    Nel corso del tempo i gioielli della collezione reale sono stati ritrovati e oggi fanno parte di tesori e collezioni museali, reali e private. Di questi ne mancavano tre: si sapeva della loro esistenza, le loro caratteristiche e i disegni erano noti, ma erano come scomparsi dalla circolazione.

    Invece, uno era solo ‘nascosto’ tra gli oggetti di un antiquario del Midwest. Quando due anni fa un appassionato di antiquariato si trova a guardare gli oggetti esposti sulla bancarella, nota subito l’oggetto che gli ricorda un uovo Fabergè e che monta un diamante incastonato al centro.

    Per questo, pur non sapendo che fosse originale, arriva a pagare 14mila dollari, pensando di rivenderlo. Trascorre qualche tempo e l’anonimo compratore si dimentica del prezioso acquisto fino al 2012, quando, tramite una ricerca su internet, scopre di avere un tesoro tra le mani.

    Per questo si rivolge a uno dei più grandi conoscitore delle creazioni di Fabergè, Kieran McCarthy, gioielliere della londinese Wartski, specializzata nell’arte orafa russa. L’uovo ritrovato al suo interno nasconde un altro piccolo gioiello, un orologio Vacheron Constantin, e fu realizzato da Carl Fabergè per lo zar Alessandro III in occasione della Pasqua 1887.

    La maison ha legato il suo nome alle uova: anche oggi, con tante creazioni e gioielli che arricchiscono le collezioni, questi gioielli continuano ad appassionare e ogni asta che li vede protagonista fa registrare nuovi record. Stando alle prime stime, il suo valore attuale potrebbe superare i 33 milioni di dollari: una vera fortuna per l’anonimo compratore, in tutti i sensi.

    465

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI