Vende il suo contratto della Apple per 1,5 milioni di dollari, anche l’ex socio diventa milionario

Vende il suo contratto della Apple per 1,5 milioni di dollari, anche l’ex socio diventa milionario

Ronald G

da in Alta Società, Aste, Curiosità, Miliardari, Sotheby's
Ultimo aggiornamento:

    Apple documento asta

    Alla fine anche Ronald G. Wayne, l’ex socio fondatore della Apple che scappò dall’azienda nel 1976 con un pugno di mosche, è diventato milionario, grazie alla vendita della sua copia del contratto fondativo dell’azienda della Mela. Una storia diventata emblema della poca scaltrezza e fortuna negli affari, risolta con un’asta che ha visto le tre pagine del contratto vendute per 1.594.500 dollari. Nelle tasche di Wayne sono ora arrivati 1,2 milioni di dollari: una bella cifra, si dirà, ma molto lontana dai 30 milioni di dollari che avrebbe avuto con il suo 10% della società se non avesse ceduto la sua quota dopo pochi mesi dalla fondazione.

    Una storia a lieto fine, almeno per il terzo fondatore della Apple che grazie al genio di Steve Jobs è diventata un vero colosso mondiale.

    Wayne ha deciso di mettere all’asta da Sotheby’s la sua copia del contratto, tre pagine tra cui c’è anche il foglio con cui lo stesso Wayne abbandonò nel 1976 la società che lui stesso aveva contribuito a creare.

    La base d’asta era di 100mila dollari, ma, come per ogni oggetto che racconta un pezzo della storia, ha visto decuplicare il suo valore fino a raggiungere più di un milione e mezzo di dollari.

    A vincere la gara che si è subito scatenata appena il prezioso lotto è stato presentato, è stato Eduardo Cisneros, amministratore delegato della Cisneros Corporation.

    Dal suo canto Wayne si è detto contento del ricavo, anche perché a suo tempo fu liquidato con 2.300 dollari. Un bel guadagno, da non paragonare a quanto avrebbe guadagnato se non fosse scappato da Jobs e Wozniak.

    322

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alta SocietàAsteCuriositàMiliardariSotheby's
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI