Vicenzaoro Choice, la crisi in cifre

Al Vicenzaoro Choice il Presidente della Fiera di Vicenza coglie l’occasione, durante la cerimonia inaugurale, di fare un discorso sulla crisi del settore orafo, argomento di cui si parla anche nei workshop organizzati al salone

da , il

    E’ stato inaugurato sabato il Vicenzaoro Choice, la mostra internazionale di oreficeria, gioielleria e oggetti molto preziosi promossa dalla Fiera di Vicenza, al quale hanno preso parte 1400 espositori provenienti da ben 30 paesi che hanno occupato ben 53.000 metri quadri.

    Un grande appuntamento con il gioiello grazie a tutti quegli operatori ce si sono dati appuntamento a Vicenza per verificare, tra speranze e timori, l’effettivo stato di salute del mercato. Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato il Vice Ministro allo Sviluppo Economico con delega al Commercio Estero, on. Adolfo Urso, il Sindaco di Vicenza Achille Variati e il Presidente della Camera Nazionale della Moda italiana, Cav. Mario Boselli.

    Il Presidente della Fiera di Vicenza, Dino Menarin, ha approfittato di questo momento per tracciare il quadro dell’andamento del settore che a livello a mondiale sta subendo le conseguenze della recessione. Secondo i dati del World Gold Council, la domanda di oro registrata nel 2009 è stata di 852 tonnellate contro 1136 del primo semestre del 2008, registrando quindi una diminuzione del 25%.

    Come vi è già noto la Cina è l’unico mercato in crescita, mentre in India tradizionalmente il più grande mercato del mondo, la domanda totale di oro è scesa dell’83%, nel Medio oriente invece del 26%. Anche l’Italia non sta affatto messa bene, la produzione di oreficeria ha accusato un calo del 32% rispetto allo scorso anno. Di questo e di molto altro si p già parlato e si continuerà a discutere nei workshop organizzati durante le giornate di salone.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati