Villa Araba in Val Camonica: quando l’arte orientale incontra il paesaggio italiano

Villa Araba in Val Camonica: quando l’arte orientale incontra il paesaggio italiano
da in L'essenza del bien-vivre, Ville d'epoca, Ville di lusso Ultimo aggiornamento:

    Nel suggestivo panorama delle Alpi Centrali, la Valle Camonica spicca fra le altre vallate grazie alla sua naturale bellezza. Sede di parchi d’interesse naturalistico nazionale e regionale, location prediletta e visitata da numerosi turisti sia italiani che stranieri, la Valle offre diverse attrattive: incisioni rupestri, escursioni guidate, impianti sciistici rinomati, centri benessere e termali.
    In questo paesaggio così tipicamente italiano si erge, semi-nascosta fra agavi e palme, questa villa di lusso dall’architettura manifestamente orientaleggiante, formando in questo modo un particolare ma affascinante contrasto stilistico.

    La villa, per l’area in cui si trova, esibisce particolari architettonici certo non comuni: archi arabi, belvedere “all’orientale” e decorazioni tipicamente orientaleggianti. E inoltre: caratteristici angoli con grotte e padiglioni, scale a ventaglio, torri e torrette con incisioni e iscrizioni celebranti motti e virtù, fioriere dalle forme svariate.
    Costruito agli inizi del Novecento, l’immobile appare come un ammaliante complesso architettonico, snodato su tre piani, che riesce a far vivere l’arte orientale in Italia. Circondata da giardini a gradoni e completata da una magnifica terrazza panoramica con belvedere sull’intera vallata, la proprietà mostra intonaci incisi con decorazioni geometriche e caratteri cufici, in linea con lo stile orientale in questa villa così esaltato.

    Anche gli accessi alla villa evocano questo stile: un arco arabo su colonnine a fascio consente l’ingresso dalla strada e i viali che in seguito portano alla villa sono realizzati con ciottoli bianchi e neri sistemati geometricamente.
    Un ulteriore legame ben percettibile è quello con l’architettura eclettica: la torretta belvedere, tratto tipico degli edifici tardo-eclettici dell’area lombardo-piemontese, qui è trasformata in un gazebo traforato, in ferro e cemento modellato (caratteristica tipica dell’architettura modernista). Al piano terreno, l’architettura eclettica si rivela nel salone che si apre verso il jardin d’hiver, ulteriormente arricchito da vetrate in ferro dalle forme gotiche.

    Il richiamo all’Oriente e all’eclettismo è una costante anche all’interno della villa: ingresso a pianta poligonale, vasche marmoree incassate nel pavimento, lampade opalinate, archi a sesto acuto con dentelli, fontana con commessi marmorei, colonnine sottili e lavorate, decorazioni geometriche colorate, decorazioni con caratteri cufici.

    Esternamente, un magnifico parco di 4000 mq circa, abbraccia la villa di lusso: una rigogliosa vegetazione mediterranea e una florida vegetazione esotica si svelano in tutto il loro fasto e donano l’ennesimo tocco di colore e di unicità. Le palme e le agavi trasportano in un quadro da fiaba orientale, sprigionando profumi e essenze che ricordano posti lontani e esotici.
    L’impatto visivo creato da questa proprietà è, senza dubbio, sbalorditivo: forme e linee orientali in una zona completamente differente e tipicamente alpina. È chiaro che questa villa di lusso rappresenti un immobile esclusivo e, quanto mai, incantevole e carico di emozioni.

    Le immagini sono su gentile concessione di Lionard Luxury Real Estate. Per maggiori informazioni sull’immobile visita http://www.lionard.it/

    497

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN L'essenza del bien-vivreVille d'epocaVille di lusso Ultimo aggiornamento: Mercoledì 07/08/2013 17:42
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI