Vini bianchi francesi, i migliori

I vini bianchi francesi più pregiati e famosi sono prodotti in alcune delle zone più note della nazione, dalla Provenza a Bordeaux, bottiglie spesso vendute a prezzi da record ma anche vini di Francia più diffusi e facili da abbinare con diversi tipi di piatti: le etichette più celebri e i dettagli delle bottiglie più amate

da , il

    Vini bianchi francesi, i migliori

    I migliori vini bianchi francesi sono da sempre i più apprezzati nel mondo dagli intenditori e non, bottiglie spesso anche molto costose da abbinare a diversi piatti. La Francia è uno dei Paesi che ha cominciato la sua produzione di vini pregiati in antico, grazie alla presenza di suoli adatti e a un clima che garantisce nelle 14 regioni vitinivicole francesi la crescita di vitigni di altissima qualità. Dagli Chardonnay ai Sauvignon Blanc, scopriamo insieme quali sono i vini bianchi di Francia da non perdere.

    Sauternes di Château d’Yquem

    Château d’Yquem è un vino Sauternes, “Premier Cru Supérieur“, prodotto nella regione di Sauternes, a sud di Bordeaux. È per ovvie ragioni uno dei vini francesi più pregiati e famosi. La bottiglia più costosa è datata 1787 e ha un valore di 73.500 euro circa, ad aggiudicarsela nel 2006 fu un collezionista americano. Viene citato in diverse pellicole: nel 1955 da Humphrey Bogart in “Non siamo angeli”, e in tempi più recenti viene nominato anche in “Red 2″ e “Ocean’s 13″.

    Chablis 1er Cru “Cuvée Pic” 2005 – Albert Pic

    La Maison Albert Pic & Fils è la più antica azienda vitivinicola della regione dello Chablis, è stata infatti fondata nel 1755. Lo Chardonnay Chablis 1er Cru è una delle bottiglie più pregiate prodotte qui e si ottiene solo dai migliori acini provenienti da vigne di oltre 30 anni e dei migliori 1er e Grand Cru. È delicato e intenso al palato, con profumi di miele e frutta candita, ideale con i piatti di mare.

    Chassagne Montrachet 2013 – Domaine Jean Marc Morey

    Il Chassagne Montrachet 2013 – Domaine Jean Marc Morey ha denominazione AOC e viene prodotto da vitigni di Chardonnay al 100%. Dopo la vendemmia manuale e una macerazione di 4/5 giorni a 12°, il vino matura per 12 mesi in barrique di rovere. Il Domaine Jean Marc Morey si trova a Chassagne-Montrachet, fondato nel 1981 e controlla una superficie di 9 ettari.

    Coteaux Champenois Grand Cru d’Aÿ Blanc 2009 – Henri Giraud

    Se conoscere i migliori vini rosati francesi non vi è bastato, ecco uno dei vini bianchi di Francia più noti e apprezzati, sebbene non abbia un prezzo alla portata di tutto. Pensato per cene importanti e abbinamenti con piatti di pesce, lo spumante Coteaux Champenois Gran Cru D’Ay Blanc viene prodotto a partire da vitigni che crescono su un suolo calcareo-gessoso: il risultato è un Blanc fresco, piacevole ed elegante. La Maison di Champagne Henri Geiraud produce alcuni degli champagne più pregiati del mondo a partire dalla metà del XVIII secolo.

    Alsace Muscat “Les Princes Abbés” 2014 – Domaines Schlumberger

    Tra i vini francesi più diffusi ricordiamo anche Alsace Muscat “Les Princes Abbés” 2014 – Domaines Schlumberger, un vino prodotto in Alsazia con uve Muscat Ottonel e Muscat d’Alsace con maturazione per 4 mesi su lieviti. All’olfatto noterete sentori floreali di rosa e lillà mixati con frutta fresca ed esotica, pera, pesca e mango, perfetto con piatti freschi.

    Alsace Pinot Blanc “Bergweingarten” 2014 – Pierre Frick

    Uno dei Pinot Blanc più noti è il Bergweingarten, un vino bianco prodotto con fermentazione in acciaio e zuccheri aggiunti pari a 13,2 grammi per litro. La cantina Pierre Frick ha scelto le metodologie biologiche di produzione già a partire dal 1970 e il risultato sono vini molto pregiati, sebbene non a prezzi troppo alti.

    Bordeaux Blanc “Réserve Spéciale” 2015 – Domaines Barons de Rothschild

    Dopo aver visto i nomi dei migliori vini bianchi italiani, ecco un’etichetta francese da ricordare, un vino bianco di Bordeaux tra i più celebri. Il Bordeaux Blanc “Réserve Spéciale” viene prodotto con uve Sauvignon Blanc e Semillon al 50% e subisce diversi processi per raggiungere il gusto equilibrato che lo caratterizza. La famosa cantina della famiglia Rothschild risale al 1868, anno in cui James di Rothschild acquistò il famoso Chateau Latife.

    Chevalier Montrachet Clos des Chevaliers Grand Cru Blanc 2012 – Jean Chartron

    Se i vini rossi francesi sono spesso i più amati dagli intenditori, tra le bottiglie di bianchi più apprezzate troviamo anche il Chevalier Montrachet Clos des Chevaliers Grand Cru, uno dei vini di Borgogna più celebri. Il Domaine Jean Chartron risale al 1859 e lo Chardonnay viene prodotto a partire da vitigni che crescono in suoli argillosi e calcarei del Grand Cru Clos Des Chevaliers, sviluppando una consistenza cremosa e morbida, con sentori di nocciola e fiori bianchi.