Speciale Natale

Visitare la Sicilia in inverno: luoghi e itinerari

Visitare la Sicilia in inverno: luoghi e itinerari

La Sicilia, una delle regioni più belle d'Italia, offre attrattive e splendidi paesaggi 365 giorni l'anno

da in Per pochi intimi, Viaggi
Ultimo aggiornamento:

    sicilia in inverno

    Il bello del sud Italia è che le temperature sono sempre miti, per cui visitare la Sicilia in inverno è piacevole quanto farlo nei mesi più caldi. Certo, bisogna rinunciare ai bagni nelle sue splendide località balneari, ma questa mancanza viene abbondantemente surrogata dalla possibilità di scoprire l’immenso patrimonio storico, artistico e naturale dell’isola senza sciogliersi al sole, come invece avviene sovente durante l’estate, e con meno folla.

    Luoghi suggestivi da visitare in inverno ce ne sono in quantità: per esempio Sutera, in provincia di Caltanissetta, paese di origine medievale caratterizzato dal quartiere arabo del Rabato, inserito tra i “Borghi più belli d’Italia” per le sue case di gesso, le viuzze strette e le ripide scalinate acciottolate. Oppure Erice, che nebbia permettendo (non è inusuale durante i mesi più freddi), consente di godere di un bellissimo panorama su Trapani e sulle saline di Paceco.

    Situata tra i Nebrodi e le Madonie, nel cuore della Sicilia centrale, anche Sperlinga merita quell’attenzione che d’estate viene invece riservata alle città costiere: è un borgo scavato quasi interamente nella roccia, dominato da un castello rupestre vecchio più di mille anni. Bella anche Savoca, non lontana da Messina, arroccata sopra un colle roccioso e chiamata fin da tempi remoti il “paese dalle sette facce” per via del paesaggio multiforme che lo circonda.

    La Sicilia d’inverno è anche la palermitana Gangi, votata nel 2014 “Borgo dei Borghi” dai telespettatori della nota trasmissione televisiva Alle Falde del Kilimangiaro, la regina del barocco Ragusa Ibla, Petralia Sottana e la sua frazione di Piano Battaglia, assai apprezzata dagli amanti di natura ed escursionismo, e Castelmola, dal cui belvedere si può ammirare una fantastica vista sul mar Ionio.

    Un cenno finale lo meritano Montalbano Elicona, con il grande castello che fu residenza estiva di Federico II d’Aragona, e tutti quei luoghi di estremo interesse che d’estate sono difficili da visitare a causa del gran caldo (in Sicilia la temperatura media estiva supera i 30°) e del gran numero di turisti, ma che d’inverno sono sicuramente più accessibili pur non perdendo un grammo del loro fascino: il Parco archeologico di Selinunte, la Valle dei templi di Agrigento, i resti della città antica di Tindari, la riserva naturale del Monte Cofano a Custonaci, Piazza Armerina, Acireale, il tempio di Segesta.

    430

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Per pochi intimiViaggi

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI