Chanel: La donna che legge (Foto)

1 di 16
    continua
    http://www.myluxury.it/foto/chanel-la-donna-che-legge_12355.html
    Chanel: La donna che legge
    Chanel: La donna che legge. Dal 17 settembre 2016 all’8 gennaio 2017, la Fondazione Musei Civici di Venezia ospita a Ca’ Pesaro la mostra “La donna che legge”, realizzata con il sostegno di Chanel e curata da Jean-Louis Froment. Si tratta del settimo tassello del percorso Culture Chanel, inaugurato nel 2007, in cui ogni singolo evento fa parte di un unico grande progetto. Attraverso la scelta di un tema ogni volta diverso, Culture Chanel affronta infatti un aspetto della vita della leggendaria stilista. Un itinerario che attraversa tutto il ventesimo secolo e che appare tuttora moderno. Perché Coco Chanel non solo ha forgiato uno stile, ma ha anche conosciuto alcuni tra i più grandi artisti e intellettuali della sua epoca. Da queste premesse trae quindi origine il tema della mostra di Venezia, dedicata alle letture e alla passione per i libri di Gabrielle Chanel, con uno sguardo anche alle figure e ai momenti che furono determinanti per questo suo interesse. FOTO: Douglas Kirkland

    Chanel: La donna che legge

    Dal 17 settembre 2016 all’8 gennaio 2017, la Fondazione Musei Civici di Venezia ospita a Ca’ Pesaro la mostra “La donna che legge”, realizzata con il sostegno di Chanel e curata da Jean-Louis Froment. Si tratta del settimo tassello del percorso Culture Chanel, inaugurato nel 2007, in cui ogni singolo evento fa parte di un unico grande progetto. Attraverso la scelta di un tema ogni volta diverso, Culture Chanel affronta infatti un aspetto della vita della leggendaria stilista. Un itinerario che attraversa tutto il ventesimo secolo e che appare tuttora moderno. Perché Coco Chanel non solo ha forgiato uno stile, ma ha anche conosciuto alcuni tra i più grandi artisti e intellettuali della sua epoca. Da queste premesse trae quindi origine il tema della mostra di Venezia, dedicata alle letture e alla passione per i libri di Gabrielle Chanel, con uno sguardo anche alle figure e ai momenti che furono determinanti per questo suo interesse. FOTO: Douglas Kirkland

    Appunti di lettura

    Appunti di lettura

    La vita che conduciamo non è mai granché, la vita che sogniamo è invece la grande esistenza perché la continueremo oltre la morte: la mostra "La donna che legge" si apre con questa nota autografa di Gabrielle Chanel tratta da "Madame Bovary" di Flaubert. FOTO: Photo Thierry Depagne

    Un articolo scritto da Gabrielle Chanel

    Un articolo scritto da Gabrielle Chanel

    Nell'articolo del 1936 "Quando la moda illustra la storia" esposto alla mostra "La donna che legge" Chanel confessa il suo fascino per le donne forti del Rinascimento ritratte da Lucas Cranach o François Clouet. FOTO: Collection Patrimoine de CHANEL

    Boy Capel

    Boy Capel

    Nella mostra "La donna che legge" è esposta anche questa foto di Arthur Capel, detto Boy, assiduo lettore ed esperto di scienze esoteriche, come Coco Chanel, sua compagna dal 1908 al 1920. FOTO: D.R.

    Una foto privata di Gabrielle Chanel

    Una foto privata di Gabrielle Chanel

    La mostra "La donna che legge" presenta anche ritratti intimi di Chanel, come questa foto in cui la stilista è assopita con un libro in mano. FOTO: Collezione Ferréol de Nexon, Parigi

    Chanel assorta nella lettura

    Chanel assorta nella lettura

    Un ritratto di Gabrielle Chanel al Ritz, esposto alla Mostra "La donna che legge". FOTO: Brigitte Moral/photo Jean Moral

    L'amore di Chanel per Venezia

    L'amore di Chanel per Venezia

    La Mostra "La donna che legge" è ambientata a Venezia, città che fu di grande ispirazione per Cocò Chanel. FOTO: D.R.

    La passione per le scienze esoteriche

    La passione per le scienze esoteriche

    Una delle teche della Mostra "La donna che legge", contenente gli abiti creati da Karl Lagerfeld per celebrare la passione di Chanel per l'esoterismo e l'astrologia.

    Il leone ispiratore

    Il leone ispiratore

    Nella Mostra "La danna che legge" sono esposti anche diversi leoni: simbolo di Venezia, città prediletta da Gabrielle Chanel.

    Jean Cocteau: Ritratto di Cocò

    Jean Cocteau: Ritratto di Cocò

    Un ritratto di Cocò Chanel realizzato nel 1930 da Jean Cocteau e esposto alla Mostra "La donna che legge". FOTO: ADAGP, Paris 2016

    La biblioteca di Gabrielle Chanel

    La biblioteca di Gabrielle Chanel

    Un scorcio della biblioteca di Gabrielle Chanel, per la prima volta esposta al pubblico in occasione della Mostra "La donna che legge". FOTO: Thierry Depagne

    Un disegno di Jean Cocteau ispirato a Chanel

    Un disegno di Jean Cocteau ispirato a Chanel

    Gli interessi esoterici di Chanel sono testimoniati anche da questo disegno di Cocteau, esposto alla Mostra "La donna che legge". FOTO: Serge Caussé per ADAGP, Parigi 2016

    La relazione con Pierre Reverdy

    La relazione con Pierre Reverdy

    Un'immagine di Pierre Reverdy, esposta alla Mostra "La donna che legge". Il poeta avanguardista, compagno di Gabrielle Chanel dal 1920 al 1924, ebbe grande influenza sulla formazione del gusto letterario della stilista. FOTO: Archives Abbaye Saint-Pierre-de-Solesmes

    Un ritratto di Gabrielle Chanel

    Un ritratto di Gabrielle Chanel

    Gabrielle Chanel in una foto di P. Horst del 1937, esposta nella Mostra "La donna che legge". FOTO: Condé Nast/Corbis/Collection Patrimoine de CHANEL

    Ispirazioni dadaiste

    Ispirazioni dadaiste

    Uno dei manifesti di Tristan Tzara esposti alla "Mostra la donna che legge". L'estetica dadaista ispirò l'etichetta del celebre profumo Chanel N° 5.

    La sede della mostra

    La sede della mostra

    La Galleria Internazionale d’Arte Moderna a Ca’ Pesaro, sede della Mostra "La donna che legge" dedicata a Gabrielle Chanel.

    Foto correlate