In questo borgo Umbro il panorama è davvero mozzafiato. Strepitoso!

Laura Pistonesi
  • Esperienza di 20 anni in comunicazione e PR
  • Esperta di beauty, fashion e viaggi
20/06/2024

E' il borgo più alto di tutta la regione e proprio dalla sua collina il paesaggio è incantevole. Scopriamolo...

In questo borgo Umbro il panorama è davvero mozzafiato. Strepitoso!

Quando si fa la classifica dei borghi più belli, quelli che riescono a regalare una gita fuori dal comune una delle regioni prime in classifica è sicuramente l’Umbria. Il cuore verde d’Italia sa sempre sorprendere per i piccoli centri che ne costituiscono un pò l’essenza. Questa regione è un puzzle di borghi ognuno dei quali molto caratteristico per la natura, la storie o anche solo per le tradizioni. E’ vero l’Umbria è la regione con il minor numero di comuni essa è quella con uno dei più grandi numeri di tesori. E’ il verde che domina il paesaggio a rendere scenografico ogni borgo anche il più piccolo, sono le ampie vallate che danno a questi paesi un senso di libertà e magia, sono i boschi a proteggerli.

Il paesaggio: il tesoro dell’Umbria

Il tesoro prima di tutto sta nel suo paesaggio, la natura qui da il meglio di sé. Affascina, sorprende e regala spettacoli davvero meravigliosi. L’Umbria è famosa anche per i suoi panorami che sono sempre suggestivi proprio per la varietà di paesaggi e gli scorci nascosti. Insomma in Umbria ogni angolo può riservare una sorpresa. Dai centri storici e dai suoi piccoli borghi arroccati ci si può lasciare incantare nei belvedere e nelle terrazze panoramiche, ma anche dietro ad alcune piccole finestre si può godere di viste spettacolari. C’è un borgo che più di altri è famoso per lo spettacolare panorama perché si sviluppa tutto in cima ad una collina.

Il borgo più alto dell’Umbria è davvero da scoprire

Si chiama Monteleone di Spoleto, si trova su una collina a ben 978 metri sul livello di mare e questo lo fa diventare il borgo più alto della regione. E’ proprio la sua posizione che lo rende unico e scenografico e d’estate anche una meta molto amata da chi cerca un pò di aria fresca. Ai suoi piedi scorrono infatti le acque del fiume Corno. Le sue origini sono molto antiche e questo lo testimonia il fatto che sono state trovate qui delle importanti necropoli in cui addirittura sono stati trovati dei carri da parata etruschi, una biga che risalirebbe alla metà del VI secolo a.C..  E proprio questa biga d’oro che lo ha reso particolarmente famoso. Essa faceva parte del corredo sistemato nella tomba a tumulo del ricco principe locale e oggi rappresenta il pezzo più prestigioso della collezione etrusca del Metropolitan Museum di New York. Monteleone di Spoleto oggi conta meno di 1000 abitanti, ed è un vero incanto. Il ritmo qui scorre lento scandito dalla vita agricola principale fonte di economia e dalla Torre dell’Orologio che altro non è che la porta dell’antico castello medioevale, domina il borgo. Monteleone di Spoleto riserva molte altre ricchezze da vedere prima fra tutte il bel palazzo Bernabò, quattrocentesco. Da vedere è senz’altro la chiesa di San Francesco, del 1300, con un interno piuttosto inusuale: due navate di diversa altezza e di diversa copertura si sviluppano in lunghezza.

Il patrimonio naturalistico di Monteleone di Spoleto: una vera ricchezza!

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Meglio italiano (@meglio_italiano)

Monteleone di Spoleto è una gemma dal punto di vista del paesaggio ed è per questo che regala uno dei panorami più belli dell’Umbria. La sua posizione lo rende infatti molto prezioso. Questo incantevole borgo si trova nel cuore del Parco Naturale Coscerno-Aspra, uno tra i più belli e interessanti dell’intero Appennino centrale, costituito da una serie di imponenti rilievi montuosi separati da strette e profonde valli. Un susseguirsi di boschi intervallati da ampi pascoli e piccoli campi regalano uno scenario strepitoso allo sguardo. La sensazione è magica. Si respira benessere e serenità solo guardando un pò oltre a quello che si trova sotto gli occhi.