Come tenere la casa Calda in Inverno: 5 trucchi per non disperdere il Calore

Sofia Gusman
  • Giornalista e Content Editor
  • Esperta di linguaggi e tecniche del giornalismo
26/11/2022

La prima regola per risparmiare sulla Bolletta è ridurre i consumi evitando gli sprechi. Di seguito vi sveleremo 5 trucchi per non disperdere il calore della tua Casa e goderti un inverno caldo, confortevole e anche qualche soldino in più in tasca!

Come tenere la casa Calda in Inverno: 5 trucchi per non disperdere il Calore

L’inverno è arrivato le temperature si fanno sempre più rigide ed è tempo di pensare a come scaldare la Casa in maniera intelligente e soprattutto evitando sprechi. Risparmiare è fondamentale in questo momento di caro bollette, noi abbiamo cercato di darvi quante più indicazioni possibili riguardo alle forme più  vantaggiose di riscaldamento ma i nostri suggerimenti non si esauriscono così, vogliamo infatti ricordarvi che una Casa ben isolata e qualche sapiente regola di comportamento, possono davvero fare la differenza! Ecco dunque alcuni consigli utili per affrontare al caldo e in economia, l’arrivo dell’inverno.

Una Casa a prova di freddo: 5 trucchi per non far disperdere il calore

Andiamo dunque a scoprire alcuni semplici accorgimenti che vi aiuteranno a tenere il calore in casa senza dover fare grossi investimenti e senza dovere drasticamente cambiare troppo le vostre abitudini, se non quelle sbagliate, quelle sprecone che vi fanno spendere e consumare tanto. Alcuni di questi suggerimenti li avrete già sentiti ed ignorati ma è tempo di aprire bene le orecchie e mettere in pratica tutte le raccomandazioni in questa lista.

LEGGI ANCHE: Come riscaldare Casa senza Gas: Fonti e Sistemi alternativi. Da non perdere!

Programmare i tempi di accensione e spegnimento dei termosifoni

La prima cosa da tenere bene a mente è di dover gestire il vostri impianti di riscaldamento con parsimonia, quindi, se avete dei caloriferi dotati di valvole termostatiche attraverso cui poter chiudere l’elemento e quindi evitare che continui a erogare calore anche se raggiunta la temperatura, approfittatene. Se invece avete un impianto automatico o semi-automatico, ricordatevi che programmare degli orari di utilizzo sarà fondamentale, specie se siete tutto il giorno fuori per lavoro. In quel caso potreste decidere di accenderli al risveglio e poi la sera al ritorno a Casa, evitando lo spreco in orari in cui non c’è nessuno. Installate dunque dei cronotermostati per gestire accensione e temperature.

calorifero

Manutenzione impianti di riscaldamento e termosifoni

Non è solo una questione di risparmio energetico, rispetto del pianeta e beneficio per il portafogli, la manutenzione degli impianti è essenziale anche per vivere in sicurezza la casa. Assodato ciò torniamo alle nostre pratiche di risparmio e spieghiamo quali sono le piccole azioni che potete mettere in atto per assicurare l’efficienza del vostro impianto. Se è chiaro infatti che solo un professionista è capace di certificare il check up della caldaia, la piccola manutenzione dei termosifoni può tranquillamente essere fatta in autonomia. Partiamo dalla cosa più semplici: ricordarsi di far sfiatare i caloriferi così che il calore si distribuisca in maniera omogenea. Importante non dimenticare che i termosifoni non sono stendini o mensole, più roba ci mettete sopra e minore è il calore che produrranno. Un trucco che possiamo svelarvi è di acquistare appositi fogli di alluminio da far aderire tra muro e termosifone così da trattenere ancora di più il caldo.

Radiatori

LEGGI ANCHE: Le 5 migliori Stufe Elettriche da acquistare su Amazon con il Black Friday. Caratteristiche e Prezzi!

Isolare la Casa per evitare che entri il freddo e il caldo si disperda

E’ ormai da un paio di anni abbondanti che sentiamo parlare di cappotto termico, il cappotto termico non è altro che l’isolamento di uno stabile. Ora, questo tipo di intervento, finanziato anche dei bonus edilizia, è ovviamente da affidare a specialisti del mestiere che andranno ad agire oltre che sulle finestre su pareti e tetti. Noi in questo frangente ci limiteremo a parlare dell’isolamento quello che possiamo favorire con piccoli accorgimenti e una buona manutenzione. Sicuramente, che si analizzi la questione su “ampia scala” o nel piccolo della vostra casa, le finestre hanno un ruolo fondamentale e soprattutto sono l’elemento su cui si può agire in maniera più semplice e veloce. Si parte da piccole attenzioni tipo munire le finestre di guarnizioni nuove per evitare gli spifferi, fino a un cambio dei vetri, un’ottima soluzione infatti per isolare al meglio è avere doppi vetri.

Piccoli accorgimenti e alcune mosse per trattenere il calore

Dopo tante raccomandazioni vi sveliamo qualche trucchetto per accogliere e trattenere il calore in casa. Partiamo da una mossa facile facile: aprire le tende al mattino e far entrare un po’ di sole in Casa. Nonostante infatti le giornate non siano particolarmente soleggiate, è bene non perdersi neppure un prezioso e confortante raggio dunque, dopo aver lasciato arieggiare – solo pochi minuti – chiudete le finestre e aprite le tende. Tapparelle e Persiane sono un altro capitolo importante, se è bene infatti far entrare il sole di giorno è bene isolare la Casa di notte chiudendo i battenti esterni. 

Tempi e temperature ideali per creare un clima confortevole in Casa

Prima di chiudere vogliamo parlarvi un attimo di tempi e temperature, quelli consigliati ma anche quelli imposti per legge. Il nostro primo suggerimento è di non superare mai temperature che vadano oltre i 19-20°C e soprattutto, se vogliamo aumentare la percezione del calore, di utilizzare un umidificatore. Fondamentale inoltre, soprattutto visto l’attuale e necessario “razionamento delle risorse,  rispettate le ore di accensione imposte per legge in base alla suddivisione per zone climatiche: nei Comuni di fascia E, i più settentrionali e freddi esclusi i comuni alpini, il tempo massimo è di 14 ore giornaliere. Sicuramente da evitare è di tenere acceso il riscaldamento durante le ore notturne, al massimo si potrà impostare un termostato per evitare che le temperature scendano sotto i 17°C. Anche per quanto riguarda il sistema di riscaldamento dell’acqua con Caldaia, evitate temperature superiore ai 45°C; con Boiler invece, impostate su temperature intermedie di circa 55°C.

termosifone