G20 Roma: gli hotel di lusso dove alloggiano i leader del vertice

Ecco dove alloggiano i potenti della Terra arrivati nella Capitale per l'atteso vertice G20 di Roma: hotel di lusso per una parentesi di relax e super comfort durante il weekend di impegni previsti dal summit

Pubblicato da Giovanna Tedde Sabato 30 ottobre 2021

G20 Roma: gli hotel di lusso dove alloggiano i leader del vertice
Foto Shutterstock | August_0802

Il G20 di Roma ospita 20 leader delle maggiori potenze mondiali e, in occasione del vertice, tutto è stato curato nel minimo dettaglio. A partire dagli hotel di lusso in cui alloggiano i volti noti della politica e dell’economia internazionale. Non tutti alloggiano in albergo e alcuni soggiornano nelle ambasciate, per trascorrere il tempo libero tra gli impegni del summit che ha come polo principale La Nuvola di Fuksas nel quartiere dell’Eur. Scopriamo qual è stata la loro scelta per il soggiorno nella Capitale, dal presidente USA Joe Biden alla cancelliera tedesca Angela Merkel (e rispettivi coniugi).

G20 Roma: gli hotel di lusso dove alloggiano i leader del vertice

L’arrivo dei “grandi” della Terra a Roma, in occasione del G20 fissato per il weekend del 30 e 31 ottobre 2021, nasconde l’interrogativo di molti: dove alloggiano i leader delle potenze mondiali atterrati nella Capitale per il vertice? La risposta è in una serie di hotel di lusso e ambasciate in cui personalità del calibro di Joe Biden e Angela Merkel hanno scelto di soggiornare per l’atteso impegno. Secondo quanto emerso a ridosso dell’appuntamento, sarebbero circa 4mila le camere d’albergo riservate ai volti noti della politica e dell’economia mondiale e ai rispettivi membri delle varie delegazioni, coniugi compresi.

La mappa degli hotel di lusso dove alloggiano i potenti del G20 a Roma

Il summit nel cuore della Capitale ha stuzzicato la curiosità intorno al luogo in cui i potenti hanno deciso di soggiornare. Così, nella cornice delle grandi tematiche sul tavolo del G20 di Roma, si innesta una costellazione di location stellate al servizio dei leader mondiali in un weekend blindato e super osservato. La mappa degli hotel di lusso scelti per soddisfare le esigenze di privacy e relax di capi di Stato e di Governo, nel contesto grande evento, si articola tra via Veneto e il Pinciano.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e la first lady alloggiano a Villa Taverna, residenza dell’ambasciatore americano in Italia. Niente albergo neppure per il principe Carlo d’Inghilterra, che opta per Villa Wolkonsky, sede ufficiale dell’ambasciatore britannico nel Belpaese, contrariamente al primo ministro inglese Boris Johsnon: per l’occasione, BoJo ha detto sì al soggiorno presso il Westin Excelsior di via Veneto.

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il marito Joachim Sauer sono all’Hotel De Russie, in via del Babuino, una scelta fatta anche dal presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, dal primo ministro di Singapore, Lee Hsien Loong, e dal presidente del consiglio di stabilità finanziaria Usa, Randal Quarles.

Il presidente francese Emmanuel Macron e la moglie Brigitte alloggiano al Sofitel, come il ministro degli Esteri, Jean-Yves Le Drian. L’Hotel Flora ospita l’australiano Scott Morrison, mentre all’Eden ha trovato sistemazione il sultano del Brunei. Al Grand Hotel, in piazza della Minerva, il premier olandese Mark Rutte. Il Villa Agrippina Gran Melià ospita il premier spagnolo Pedro Sanchez.

Il St.Regis di via Vittorio Emanuele Orlando accoglie invece il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, mentre il Parco dei Principi, nel cuore dei Parioli, è la location scelta dal ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, dal suo omologo cinese, Wang Yi, e dal viceministro giapponese Suzuki. Antonio Guterres, segretario generale Onu, dorme all’Hotel Lord Byron.

Leggi anche: Gli 11 hotel più lussuosi del mondo