Jeep Wagoneer S è un SUV di lusso, moderno e rivoluzionario, ecco perché…

Lorenzo Fiorentino
  • Laureando in Lingue, Letteratura e Giornalismo
  • Redattore esperto di auto di lusso
12/06/2024

Un nuovo Suv di lusso (ed elettrico)? Sì, ma Jeep Wagoneer S è anche molto di più.

Jeep Wagoneer S è un SUV di lusso, moderno e rivoluzionario, ecco perché…

Grande, grosso, lussuoso, e pure elettrico. Il nuovo Jeep Wagoneer S è tutto questo, ovvio; ma anche molto di più. In fin dei conti basta solamente guardarlo, giusto una rapida occhiata e niente più, per capire che l’auto in questione ha poco a che vedere con tutti i modelli precedenti della casa automobilistica statunitense, adesso parte del grande Gruppo Stellantis. Novità, grandissime novità, ma anche tradizioni. La vettura, in questione, infatti, nonostante sfoggi un’estetica completamente rinnovata si lega decisamente al recente passato del brand fondato a Toledo, nello stato dell’Ohio. Insomma, in poche parole una versione futuristica della classica Jeep, ma (anche) con un tocco di green in più. Il veicolo verrà commercializzato negli Stati Uniti d’America, ma in futuro attendiamoci anche uno sbarco nel Vecchio continente, e in Italia. Ecco il nuovo Wagoneer S…

Ecco una finestra di Jeep sul futuro, il suo nome è Wagoneer S

Con il B-Suv Avenger, che in Italia sta avendo un successo strepitoso, quasi senza precedenti, Jeep ha dato la dimostrazione di voler cambiare. Un cambiamento significativo nel cammino che ha scelto il mondo, e soprattutto che l’Europa, anche se adesso, dopo le europee, molte cose possono cambiare, riguardo il tema dell’elettrificazione. La compatta della casa americana, però, non è nata certamente per soddisfare il mercato mondiale. Per dimensioni, e anche per estetica, Avenger si è presentata come il modello perfetto per gli automobilisti europei (tant’è che viene prodotta esclusivamente in Polonia, come la Fiat 600 e l’Alfa Romeo Junior), e soprattutto per quelli italiani. E beh, siamo ben lontani dalle radici marcatamente a stelle e strisce dell’azienda.

Ma Jeep, forte della presenza di Stellantis, un colosso a trazione italo-francese, si sta “europeizzando”? Il dubbio, a essere onesti, sorge; ma forse è arrivata la risposta (negativa) definitiva proprio dalla stessa azienda. Ma quale Europa, né Francia e né tantomeno Italia. Jeep vuole conquistare il mondo intero. Come? Con un progetto a lungo termine che prende inizio proprio da questo suo primo Suv elettrico a batteria (Bev) del marchio pensato per il mercato globale e disponibile inizialmente negli Stati Uniti e in Canada. Insomma, come in ogni viaggio che si rispetti, si parte da casa, e si arriva a conquistare, forse, il mondo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jeep (@jeep)

È vero, in molti sembrano aver storto il naso alla prima visione del nuovo modello full-electric della casa. Perché? Beh, il motivo di tanto sdegno, se tale possiamo definirlo, è racchiuso proprio nella motorizzazione green della vettura. E basta solamente dare una rapida lettura ai commenti lasciati sotto il post Instagram di presentazione del Wagoneer S per comprendere i sentimenti di alcuni automobilisti statunitensi. “Non abbiamo chiesto un’altra opzione elettrica” ha scritto un utente, e ancora “Lol. Un’altra auto che non venderà”, mentre un’altra persona chiede invano “quando verrà lanciato il motore Ice (termico, ndr)?”.

Le prime critiche, in poche parole, ricalcano quelle arrivate alla presentazione dell’Avenger. La domanda è: ma una Jeep elettrificata può veramente definirsi Jeep? La risposta la lasciamo a voi lettori, e soprattutto agli appassionati di questo storico brand; il quale, comunque, proprio come fatto in precedenza con il B-Suv divenuto un successo commerciale in Italia, ha cercato di salvarsi la pelle offrendo uno zuccherino ai motorizzati rimasti delusi dall’auto. Infatti, anche Wagoneer S è garantita la tipica capacità off road del brand grazie alla trazione integrale 4xe, nonché prestazioni straordinarie, esterni eleganti all’insegna dell’efficienza aerodinamica e tecnologia all’avanguardia.

Jeep Wagoneer S elettrica

“Il lancio della Jeep Wagoneer S 100% elettrica – ha detto Antonio Filosa, Ceo del marchio Jeep – segna un nuovo capitolo nella storia del marchio Jeep. Questo primo veicolo 100% elettrico – ha voluto sottolineare ancora una volta il dirigente – pensato per il mercato globale, vera e propria sintesi di quasi un secolo di esperienza del marchio Jeep all’insegna dell’innovazione e del design, assicura una guida 100% elettrica fedele al Dna Jeep più puro. Ampliando la sua offerta di propulsori, che va dai motori completamente elettrici ai V-8, Jeep offre ai clienti il massimo della libertà di scelta, per affrontare qualsiasi avventura”.

Linee futuristiche e un design innovativo, ecco come si presenta l’auto

Tanto per terminare la questione legata al motore della Jeep Wagoneer S: l’auto prende vita sulla piattaforma STLA Large del gruppo Stellantis, questa però modificata, essendole state regolate lunghezza, larghezza, sospensioni e configurazioni del gruppo propulsore per adattarla specificamente al modello in questione, arrivando a offrire una coppia istantanea e un’accelerazione mozzafiato.

Ma è soprattutto sul design della vettura che casca l’occhio. Dunque, sul frontale troviamo un rimando alla classica griglia del brand americano, con una griglia a sette feritoie completamente rivisitata, che non serve più al raffreddamento del motore (che non c’è). Nuova anche l’illuminazione che adesso si ispira all’architettura contemporanea. Il corpo macchina, inoltre, si contraddistingue anche per una ricerca assoluta della massima aerodinamicità, tenendo sempre conto che stiamo parlando di una Jeep, eh; suggestiva, in questo caso, la linea del tetto inclinata scende sotto lo spoiler posteriore a sbalzo. Infine, anche gli interni di questa vettura si presentano come mix inedito di tecnologia, lusso e innovazione.

Wagoneer S

Wagoneer S interni