Louis Vuitton portafogli, la piccola pelletteria di una grande maison [FOTO]

I portafogli Louis Vuitton, la piccola pelletteria di una grande maison, dai modelli classici ai più nuovi, dagli organizer ai modelli compatti, il grande classico della pelletteria LV

Pubblicato da Lorena Cacace Venerdì 12 luglio 2013

Lo stile si vede in ogni dettaglio, anche in quelli non visibili al primo sguardo ed è per questo che Louis Vuitton dedica la stessa attenzione anche alle collezioni di portafogli, must della piccola pelletteria della maison. Modelli da donna e da uomo, organizer o compatti, ispirati alle collezioni che hanno reso il marchio una vera icona, i portafogli di Louis Vuitton sono un piccolo segno di grande eleganza. Alla bellezza uniscono la praticità e i materiali migliori per garantire una lunga durata anche tra mille cambi di borsa. Accanto alle borse che hanno fatto la storia di Louis Vuitton, anche i portafogli rivestono un ruolo importante per la maison. Sono quel segno distintivo da portare sempre con sé, da cambiare più spesso di quanto si possa pensare, a seconda delle dimensioni della borsa, delle esigenze e, perché no, del look.

Le collezioni da uomo e da donna si possono dividere in due grandi generi: i portafogli classici, di medie o grandi dimensioni, e quelli compatti, piccoli e maneggevoli.

A caratterizzare tutte le creazioni è la lavorazione artigianale, la scelta dei pellami e le trame che identificano la storia e il marchio stesso.

I modelli più classici riprendono le borse icone di Louis Vuitton: i motivi con il monogram LV vengono riproposti in molte varianti nei modelli da donna. Tra i più particolari il modello Marie-Rose che combina la classica tela Monogram con la pelle martellata Epi: con la chiusura a pochette, fermata da un lucchetto a S, diventa un pezzo versatile, da tenere dentro la borsa di giorno e da tirar fuori magari per un cocktail a tardo pomeriggio. Classico quasi da essere una vera icona è l’Organizer Zippy: spazioso e allo stesso tempo compatto, con chiusura a zip, permette di portare con sé banconote, carte, monete, assegni e una penna.

La tela Monogram torna anche nei modelli da uomo come nel portafogli compatto studiato anche per gli abiti più eleganti: piccolo e agevole da infilare in una tasca della giacca, contiene banconote e fino a nove carte di credito. Design ed eleganza anche per il portafoglio Florin, in pelle taiga e disponibile in tre varie tonalità: ispirato all’antica moneta di Firenze, il fiorino, ha otto fessure e una tasca trasparente per le carte.

Da portare nella ventiquattro ore, ma comodo anche da portare nella giacca, il modello Brazza, ispirato all’omonimo esploratore, in tela Damier Graphite. I portafogli di Louis Vuitton comprendono modelli diversi e tutti molto eleganti: c’è solo da scegliere quello che fa per voi.