Nikka whisky: tutto sulla storia del whiskey giapponese

Caratteristiche, aroma e sapore del distillato più pregiato del Sol Levante

Pubblicato da Marco Ferri Sabato 6 marzo 2021

Nikka whisky: tutto sulla storia del whiskey giapponese
Foto Pixabay | holdosi

Quando si parla di whisky giapponese, nikka è senza dubbio il nome di riferimento. Con quartiere generale a Tokyo, questa azienda produce il distillato più celebre e altre bevande alcoliche dal 1934. Vediamo quali sono le caratteristiche del nikka whisky, dove è possibile acquistarlo e quanto costa.

Le origini del whisky nikka

Il whisky nikka nasce da un viaggio in Scozia avvenuto nell’anno che segnò la fine del primo conflitto bellico mondiale. Fu infatti nel 1918 che Masataka Taketsuru partì dal Giappone per studiare il processo di distillazione del whisky scozzese. In appena due anni portò a compimento la missione. Iscritto alla facoltà di chimica organica all’Università di Glasgow, contestualmente studiò la produzione di malto per whisky alle distillerie Hazelbunr nelle Highlands. Sposatosi con una donna del luogo, fece ritorno nel Sol Levante già nel 1920 e nel 1934 fondò le distillerie Nikka.

Oggi l’azienda è di proprietà della Asahi Brewieres, la maggiore azienda nipponica nella produzione di birre e bevande alcoliche. Per sette anni di fila è stata insignita del “World Whisky Awards” grazie alla qualità dei suoi prodotti. Alcuni tra quelli più noti, tra cui vodka e gin, sono stati realizzati tramite un distillatore coffey importato negli anni ’60 dalla Scozia.

Whisky nikka: gusto e caratteristiche

Una volta acquisito il bagaglio tecnico per produrre il pregiato distillato, Taketsuru tornò in patria dando origine a una vera e propria leggenda. Nata come “Nippo Kaju”, l’azienda divenne “Nikka Whisky” nel 1952. Quando si parla di nikka whisky Italia, invece, ci si riferisce ai liquori che vengono importati fino al Belpaese. La gamma attualmente a disposizione soddisfa i palati di tutti gli amanti della categoria. Dal Coffey Grain al From the Barrel, dai blended ai pure malt, i whiskey nikka sono tra i più prestigiosi distillati del mondo. Il sapore varia, ovviamente, in base al tipo di prodotto e all’invecchiamento. Vediamo quali sono i whiskey nikka più pregiati e ricercati.

Nikka whisky: quale scegliere?

Il distillatore coffey di cui sopra è quello che serve a produrre i nikka whisky che portano sull’etichetta il nome Coffey. Ad oggi l’azienda giapponese produce whiskey nikka, gin e vodka. Tra i must have di ogni intenditore che si rispetti, non dovrebbero mai mancare:

  • Nikka Pure Malt Black: questo blend è composto per la maggior parte da whisky di Yoichi di Miyagikyo e Hokkaido, dal sapore torbato e marino. Al palato si presenta inizialmente dolce, con la torba che regala note piccanti e sentore di caramello bruciato. Il finale e dolce e con retrogusto torbato. Al naso, invece, risaltano le note di torba, liquirizia e legno di quercia.
  • Nikka Pure Malt Red: anche questo blended è prodotto utilizzando diversi whisky di solo malto, perlopiù provenienti dalla distilleria di Miyagikyo. Il sapore è inizialmente secco, seguito da dolci note di sherry e caramello bruciato. Con un leggero retrogusto amaro, ha un finale piacevole e dolce con note torbate. L’aroma è delicato, con note di torba dolce e caramelle zuccherate con sentori di liquirizia e frutta.
  • Nikka from the Barrel: ovvero uno dei whiskey più amati al mondo. Unisce i single malt ai grain whisky giapponesi, rigorosamente provenienti da Yoichi e Miyagikyo. Il mix spicca per morbidezza ed eleganza. Al naso risulta equilibrato su note fresche di frutta e spezie. Al palato, invece, è morbido con un ritorno su sentori speziati, completati da note dolci di caramello e vaniglia. Finale lungo e deciso, prima su note di quercia e poi su spezie.
  • Nikka Taketsuru: anche questo distillato unisce due single malts di Nikka, ovvero Yoichi e Miyagikyo. Di colore ambrato intenso, con aroma con profumi di sherry, uva e mele verde. Al palato è equilibrato ed elegante, finale di fumo e caffè. Rappresenta l’abbinamento ideale per cioccolati di pregio, dolci o formaggi.
  • Nikka Coffey Malt: prodotto nella distilleria Miyagikyo con l’utilizzo dell’alambicco di tipo Coffey, questo dram è un single malt di gradazione 45%. Di color ambra chiaro, al naso è fresco con note di vaniglia, tabacco e cioccolato con sentori di banana, mele e cannella. Al palato è morbido con note speziate. Il finale è lungo e oleoso con note di cioccolato, legno, tabacco e sentori di cannella