Pesaro Capitale della Cultura 2024: 4 cose da fare e da vedere nella bellissima città delle Marche

Laura Pistonesi
  • Esperienza di 20 anni in comunicazione e PR
  • Esperta di beauty, fashion e viaggi
28/12/2023

E' una località ricca di storia e arte, aperta al mondo e ai tanti turisti che la scelgono per le vacanze al mare. E' Pesaro la capitale della Cultura 2024, una città davvero da scoprire...

Pesaro Capitale della Cultura 2024: 4 cose da fare e da vedere nella bellissima città delle Marche

La fine dell’ano è il momento per pianificare i nuovi posti da scoprire l’anno nuovo, quelli in cui tornare e quelli che hanno delle cose nuove da offire. Nella vostra splendida lista viaggi del 2024 non può mancare una gita a Pesaro. La splendida località delle Marche, infatti, quest’anno si è aggiudicata tra tante città italiane il titolo di essere capitale della Cultura 2024. Un bellissimo riconoscimento che la rende, insieme ai 50 comuni coinvolti nel progetto, una delle destinazioni da visitare il nuovo anno. La cittadina che si trova a nord delle Marche, ai confini con l’Emilia Romagna, è un bellissimo connubio di due identità marchigiane: da un lato quella della costa sabbiosa e dall’altra quella dei verdi promontori a picco sul mare. Questa città è ricca di storia, fu fondata dai Romani e questo è ben visibile ancora oggi dalla struttura a croce con il Cardo e il Decumano intorno ai quali si sviluppa il bellissimo centro storico ricco ancora di tracce di epoca romana. Tantissime sono le cose da vedere a Pesaro, la città che alla storia sa unire l’arte e la tradizione al punto da essere insignita nel 2017 del riconoscimento  UNESCO come Città Creativa per la musica. Pesaro è una città dove infatti la musica è una grande protagonista basta dire che è la città natale di Gioachino Rossini. Scopriamo insieme cosa fare e vedere a Pesaro, Capitale della Cultura 2024

Immergersi nel mondo della musica per vivere al meglio Pesaro

Vogliamo iniziare i nostri suggerimenti con un itinerario inedito per conoscere la città di Pesaro. Essendo, infatti, famosa soprattutto per la cultura musicale, la visita alla città deve essere accompagnata proprio da questa arte e per farlo, l’ideale è seguire le tante tracce rossiniane presenti in città. Il giro deve iniziare proprio dalla casa di Giocchino Rossini, un’affascinante dimora dove il compositore trascorse tutta la sua giovinezza. Varcare la soglia di questo palazzo significa proprio immergersi in un modo di storia e musica esaltato da un arredamento d’epoca e oggetti di Rossini tra cui tantissimi manoscritti. La seconda tappa di questo itinerario deve essere il magnifico Teatro Rossini che domina su piazza Lazzarini ed è considerato per la sia bellezza uno dei migliori teatri italiani al punto da ospitare il meglio dell’Opera. Anche qui la presenza di Rossini è tangibile: sono tante le occasioni in cui le strade del Compositore e della struttura si sono incrociate. La sua facciata è elegante in perfetto stile neoclassico e una volta dentro lo stupore della meraviglia vi rapirà grazie alle preziose e ricche decorazioni pittoriche e ornamentali.

Visitare Piazza del Popolo con il suo prestigioso Palazzo Ducale

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Igers Pesaro Urbino (@igerspu)

Piazza del Popolo è considerata il cuore del centro storico di Pesaro, non potete non visitarla e non arrivarci. Questa meravigliosa piazza è davvero suggesitiva, è una piazza dove si respira l’eleganza e il lusso d’altri tempi grazie alla sua maestosa fontana voluta da Francesco Maria II Della Rovere intorno al 1550 per raccontare l’importanza e gli eventi cruciali della famiglia. Tutto intorno alla Piazza si trovano bar, ristoranti, negozi, ma ciò che la rende davvero meravigliosa è il Palazzo Ducale. la sua facciata è imponente con un portico creato da 6 arcate di pilastri in bugnato. Questo palazzo anche esso del 1500 era la residenza dei Duchi di urbino e dei duchi di Pesaro e rappresenta un simbolo dell‘arte e architettura Rinascimentale epoca che nelle Marche del Nord ebbe un suo forte sviluppo. All’interno del palazzo da vedere il camino della sala d’aspetto eseguito di Federico Brandani e raffigura una corsa di bighe intorno alle mura Roveresche. Non dovete però fermarvi qui quando siete nel centro di Pesaro, perché per esempio visitare la cattadrale della città vi aiuterà ancora di più a coglierne la meraviglia.

Vedere la Sfera Grande di Pomodoro

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Igers Pesaro Urbino (@igerspu)

Per uscire dalla storia e vivere il lato più contemporaneo e artistico di Pesaro vale la pena visitare la Sfera Grande di Pomodoro. Questa opera è davvero suggestiva ed è un po’ quella che rappresenta un nuovo punto di incontro dei Pesaresi. La Sfera Grande di Arnaldo Pomodoro, si tratta di un’imponente opera di arte contemporanea è adagiata sulla superficie dell’acqua di una fontana da cui guarda al mare. Perfetta, armonia è stata realizzata dal 1998 da Arnaldo Pomodoro con una fusione in bronzo ed è una copia della sfera originale che si trova davanti alla Farnesina a Roma.

Visitare Villa Imperiale: un gioiello a pochi chilometri dal centro di Pesaro

Usciti dal centro storico, a pochi chilometri dal centro storico di Pesaro vale davvero la pena visitare questa meravigliosa Villa immersa nel paesaggio del Parco Naturale del Colle San Bartolo. Un gioiello che spicca nella natura esaltandone la bellezza. Questa Villa è un’antica residenza sforzesca nel XV secolo, ampliata e affrescata per volere dei duchi Della Rovere nel XVI secolo dall’architetto urbinate Girolamo Genga. Una sintesi di lusso arte e architettura si esprime nella facciata imponente con elementi architettonici rinascimentali, come logge, balconi e decorazioni in pietra. Gli interni sono ornati con affreschi, stucchi e opere d’arte preziose. L’esterno con lo splendore dei giardini all’italiana non fanno altro che esaltare la bellezza di questo sito storico e culturale rinascimentale.