Philip Treacy, l’uomo che veste le teste dell’aristocrazia (e non) con cappelli e fascinator

Dal red carpet ai reali più importanti del mondo: Philip Treacy è l'uomo, e la matita, dietro ai cappelli e fascinator più pazzi ed esagerati indossati nelle occasioni ufficiali. Un uomo che non crea cappelli, ma vere e proprie sculture capaci di parlare e raccontare.

Pubblicato da Gaia Magenis Lunedì 21 maggio 2018

Philip Treacy, l’uomo che veste le teste dell’aristocrazia (e non) con cappelli e fascinator

Foto Di Akimov Igor/Shutterstock.com
Quando si parla di royal weeding ed eventi reali c’è un piccolo particolare che fa parlare sempre e comunque: i cappelli. Ma chi c’è dietro a queste creazioni così dettagliate e impeccabili? Si chiama Philip Treacy e, anche in occasione del matrimonio di Harry d’Inghilterra e Meghan Markle, ha fatto parlare media e non grazie alle sue creazioni chic e piene di stile.

Philip Treacy: cappelli e fascinator diventano sculture

Coltivare gli hobby è cosa buona e giusta, ne è la dimostrazione Philip Treacy che ha iniziato a disegnare cappelli per gioco diventando poi uno dei modisti più famosi al mondo.

Classe 1967, irlandese e lauretato al Royal College of Art di Londra ha inizaito la sua esperienza in uno scantinato di una casa a pochi passi dai giardini di Buckingham Palace.
Foto Di Akimov Igor/Shutterstock.com

fascinator di Philip Treacy mostra

Grazie a Michael Roberts, editore moda della rivista britannica Tatler, inizia i suoi primi passi nella moda dei cappelli diventando in pochissimo tempo uno dei più grandi disegnatori di cappelli del momento.

I cappelli di Philip Treacy ai matrimoni reali

L’aristocrazia di tutto il mondo – regina Elisabetta compresa – ama le creazioni del modista irlandese e non mancano le occasioni in cui indossare i suoi accessori.

Ovviamente non c’è royal weeding senza cappelli e quelli di Philip Treacy sono protagonisti indiscussi di tutte le cerimonie più importanti. A partire dal matrimonio di William e Kate, nel 2011, dove ben 36 cappelli furono disegnati e realizzati dallo stesso modista.
WILL E KATE: ALLE STELLE ASTA PER CAPPELLINO BEATRICE
Tra questi anche il fascinator indossato da Beatrice, figlia di Sarah Ferguson e Andrea, duca di York, che fece parlare tantissimo non solo per la forma decisamente fuori dai cannoni regali, ma anche per l’esosa cifra a cui venne venduto poco tempo dopo: 93mila euro devoluti poi in beneficienza.

Wedding of Prince William and Catherine Middleton Marriage Service
Nello stesso matrimonio anche l’ex Spice Girls, Victoria Beckham, scelse una creazione del modista irlandese: un fascinator blu notte, ton sur ton con l’abito, arricchito da una leggera veletta sul davanti.

Meghan Markle, duchessa di Sussex, ha dimostrato più volte di apprezzare le creazioni firmate da Treacy, partendo dal cappellino color tabacco indossato alla messa di Natale in presenza della Regina di Inghilterra.
Royal Family Christmas Day Church Service

Ed è stato proprio al matrimonio di Meghan e Harry che si sono visti numerosissimi modelli creati dallo stilista indossati, questa volta, non solo da reali ma anche da star americane.


A partire dal cappello con tesa larga indossato da Camilla passando per il fascinator verde smeraldo indossato da Kitty Spencer, cugina di Harry e nipote di Lady D, che ha conquistato tutti per la sua eleganza e bellezza.

A indossare le creazioni dell’irlandese anche l’americanissima Oprah Winfrey e la coprotagonista di Meghan in Suits, Sarah Grafferty: per la prima un cappello rosa confetto reso unico da uan serie di petali svolazzanti, mentre per la seconda un piccolo fascinator blu notte con veletta ricamata.

Non poteva essere da meno la star di Bollywood Priyanka Chopra che ha abbinato il suo Vivienne Westwood glicine a un fascinator in tinta che ha esaltato la pelle ambrata dell’attrice.

Philip Treacy: l’haute couture e i red carpet

Premiato per ben cinque volte ai British Awards, oggi Philip Treacy crea e disegna cappelli e fascinator per Alexander McQueen, Givenchy, Valentino, Chanel, Donna Karan e Ralph Lauren.


Le sue affascinanti creazioni sono state immortalate più volte sui red carpet di tutto il mondo, proprio come in occasione del red carpet del Met Gala 2018, dove l’attrice Frances Mcdormand ha indossato un vero e proprio cappello-scultura realizzato per la collezione Haute Couture di Valentino firmata da Pierpaolo Piccioli.


Lo stilita, sempre in occasione del Gala più atteso dell’anno, ha firmato la veletta indossata da Dian Kruger: una vera e propria scultura che è andata a completare il look creato da Prabal Gurung.

Philip Treacy: una vita fatti di dettagli così belli e curati che si trasformano in veri e propri protagonisti.