Sharra Pagano, 50 anni e non sentirli: quando il gioiello si fa opera d’arte

Un compleanno importante, festeggiato in un luogo carico di storia e suggestioni: i 50 anni di Sharra Pagano, brand di gioielleria fondato a Milano nel 1969 da Lino Raggio che attraverso la ricerca e l'artigianalità ha saputo distinguersi e diventare iconico.

Pubblicato da Angela Accettura Martedì 28 maggio 2019

Sharra Pagano, 50 anni e non sentirli: quando il gioiello si fa opera d’arte

50 anni non sono pochi, 50 anni per un brand sono un momento da festeggiare, da celebrare ricordando il passato e proiettandosi nel futuro. E’ quello che sta per fare Sharra Pagano, brand di gioielleria milanese nato dall’intuizione di Lino Raggio nell’ormai lontano 1969. Creare gioielli, piccole opere d’arte capaci di far sentire chi li indossa delle principesse moderne non è impresa che riesce a tutti. In un momento storico in cui la competitività fra brand è alle stelle, ma soprattutto in cui chi acquista gioielli lo fa con l’intento di poter indossare qualcosa di unico e riconoscibile sono davvero pochi i nomi da citare. E oggi vi racconteremo la storia di un brand che ha fatto della ricerca una mission e della creatività un faro da seguire nel corso degli anni.

Dagli anni ’60 ad oggi tantissime cose sono cambiate: gusti, modi di utilizzo del gioiello, capacità di capirne il valore: Sharra Pagano, azienda di gioielli di moda fondata a Milano è riuscita nel corso di questi lunghi 50 anni a interpretare questi cambiamenti, senza mai dimenticare il proprio DNA.

L’amore per l’arte, il rispetto dell’artigianalità, l’attenzione ai cambiamenti hanno accompagnato i gioielli Sharra Pagano in questo percorso verso il futuro preservandone l’Heritage: dai putti barocchi alle tiare prestigiose ispirate alla storia del Teatro, dallo stile floreale dell’Art Nouveau al realismo del Novecento.

Un viaggio attraverso l’arte e la moda che celebrerà il percorso fatto finora all’interno di un luogo iconico della città di Milano, la Casa degli Atellani, dove il mecenatismo di Ludovico Il Moro creò un polo artistico e culturale, chiamando alla propria corte alcuni dei più importanti artisti dell’epoca tra cui appunto Leonardo Da Vinci.

Perchè l’arte si trasformi in manifesto e l’artigianalità diventi la carta d’identità di uno stile unico, auguriamo a Sharra Pagano di celebrare infiniti compleanni importanti come questo! Cheers!