Ares Super Leggera, l’ebike di lusso più leggera al mondo

Dalla collaborazione tra Ares e HPS nasce Ares Super Leggera, l'ebike più leggera al mondo: fibra di carbonio e tecnologia aerospaziale per questa ebike dal peso di soli 9 kg e prodotta in 24 esemplari esclusivi

Pubblicato da Giulia Martensini Giovedì 26 agosto 2021

Ares Super Leggera, l’ebike di lusso più leggera al mondo
Foto Instagram | @aresdesignmodena

Da due brand di primo piano del design e della tecnologia, come Ares e HPS arriva quella che si presenta come la ebike di lusso più leggera al mondo, prodotta in soli 24 esemplari e con un’estetica curata e retrò che si rifà a colori e linee anni Settanta-Ottanta.

La e-bike di lusso più leggera che pesa solo 9 kg

Foto Instagram | @aresdesignmodena

La e-bike è stata sviluppata nel corso di una lunga serie di test condotti da ARES, con sede a Modena e specializzata in vetture di lusso, e High Performance Systems che sviluppa soluzioni ingegneristiche avanzate per applicazioni di mobilità e per lo sport. Sulla scia della tecnologia della Formula 1, le due società hanno realizzato il sistema Watt Assist per e-bike che permette di dotare una bicicletta da corsa di un motore elettrico, che si comporta e pesa esattamente come un modello ‘muscolare’ top di gamma.

Foto Instagram | @aresdesignmodena

Ares e HPS hanno lavorato insieme per due anni eseguendo test infinti in laboratorio e percorrendo migliaia di chilometri su strada, sfruttando anche la competenza di ciclisti professionisti per la messa a punto delle doti dinamiche di questo stile di e-bike da corsa. La prima delle due aziende ha curato il design del telaio e le finiture, mentre la seconda ha fornito le proprie conoscenze nella parte meccanica.Il risultato è una bici di alta tecnologia, in fibra di carbonio, ovvero la Ares Super Leggera by HPS, che pesa solo 9 kg.

Tecnologia aerospaziale per una limited edition

Foto Instagram | @aresdesignmodena

Le tecnologie a bordo della bicicletta di lusso derivano da precedenti progetti di Formula 1 e in ambito aerospaziale e limano al minimo possibile non solo il motore, ma anche gli altri componenti come batteria e l’elettronica di controllo, che sono integrati nel telaio, in modo da assicurare una guida eccezionalmente sportiva e bilanciata. Quando si attiva l’assistenza elettrica si ha un grande aiuto ‘invisibile’ (200 watt), che non altera la dinamica e quindi il piacere della pedalata, che rimane simile a quello di una bici da corsa, anche a motore spento.

La bici è prodotta in serie limitata di 24 unità che si è scelto di realizzare in stile retrò, con riferimenti ai colori e ai materiali delle bici degli anni ’70-’80 per unire la tecnologia con il fascino e la bellezza. Il costo di queste prime bici, in edizione limitata, sarà di 18.950 euro e include accessori di valore come il porta-bici da auto Sea Sucker, uno stand Gioma e un ciclocomputer Garmin.