Con il suo Castello sul Lago è uno dei Borghi più scenografici d’Italia

Laura Pistonesi
  • Esperienza di 20 anni in comunicazione e PR
  • Esperta di beauty, fashion e viaggi
25/11/2023

I borghi sul lago hanno un fascino particolare, un'atmosfera magica. Sono romantici e regalano relax. Uno più di tutti vi resterà nel cuore...

Con il suo Castello sul Lago è uno dei Borghi più scenografici d’Italia

L‘Italia è un puzzle di borghi bellissimi, ognuno di essi ha qualcosa di speciale, ognuno ha la sua identità, il suo sapore, i suoi profumi, ognuno ha un racconto. Ci sono borghi incastonati tra le vette ricchi di leggenda, altri che disegnano morbide colline, altri che danno colore ad mare blu, e tutti ,nessuno escluso, sono la meta perfetta per una vacanza in tutte le stagioni. Alcuni piccoli borghi hanno la fortuna di essere esaltati nella loro bellezza, non solo dalle loro bellezze architettoniche, ma appunto dal paesaggio circostante. Per i borghi vicino al lago questa cosa vale ancora più, perché è proprio il riflesso dell’acqua a rendere dei luoghi davvero speciali, a regalare a questi posti un’atmosfera senza tempo e un aria rilassante e serena. Tra i tanti borghi sui laghi d’Italia, i borghi che si trovano sul Lago di Garda sono davvero unici, hanno forme e colori diversi, racchiudono tradizione e proteggono storia e cultura e meritano davvero di essere conosciuti.

I Borghi sul lago di Garda

 

Il lago di Garda è tra le destinazione ideali per chi desidera un viaggio all’insegna di relax, cultura e sport. Questo lago che bagna ben tre regioni la Lombardia,Veneto e Trentino-Alto Adige e rappresenta il Lago più grande d’Italia ha tantissimi piccoli borghi lungo le sue sponde. Se alcuni non sono molto conosciuti, tantissimi sono noti non solo ai turisti italiani, ma anche stranieri che scelgono di visitarli per aggiungere autenticità e tradizione alla propria vacanza. I borghi del Lago di Garda oltre al meraviglioso spettacolo naturale sono anche quelli più ricchi da un punto di vista culturale e storico. Vastissimo è il patrimonio artistico e architettonico di questi borghi. Molti di questi borghi fanno anche parte dei borghi più belli d’Italia. Tra tutti uno spicca per la sua atmosfera elegante, il suo gusto raffinato, le sue tracce storiche e culturali che lo rendono davvero suggestivo, stiamo parlando di Sirmione, il borgo con il Castello che si affaccia sul lago.

Sirmione: il borgo con il Castello amato da Catullo

E’ più di un borgo qualunque, è una delle tappe imperdibili per i turisti nazionali e internazionali che raggiungono il lago di Garda. Sirmione, in provincia di Brescia, si trova nella parte a sud del Lago su una penisola che si estende per circa 4 km sul Lago di Garda. Questa località è considerata un importante centro di cultura e cura ed offre una vista incredibile. Sirmione è famosa per il fascino unico esercitato dal sul centro storico, un labirinto ordinato e curato di  vicoli stretti e irregolari, e il suo splendido Castello Scaligero. Nella parte occidentale di Sirmione ci sono le Terme di Sirmione note per le sue acque con proprietà preventive e terapeutiche. Sirmione è la località dei poeti, primo fra tutti Catullo. E’, infatti, qui che si trovano i resti di una sontuosa villa romana: le Grotte di Catullo.

Il Castello Scaligero: il simbolo di Sirmione tra leggenda e storia

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da VisitSirmione (@visitsirmione)

Quando si parla di Sirmione la prima cosa che viene in mente è il Castello Scaligero. Questo edificio da il benvenuto a chi arriva in città perché accoglie alla porta d’ingresso del centro storico con le sue torri, i suoi merli e le sue mura che ne disegnano la struttura. Se da fuori il visitatore può cogliere questa bellezza, entrando, sarà il cortile a rendere questo posto davvero speciale, saranno i suoi camminamenti ad immergere chi lo visita nelle pieghe della storia, sarà la torre alta a regalare un panorama mozzafiato. Il Castello Scaligero di Sirmione risale alla seconda metà del Trecento e fu costruito per volere della famiglia veronese dei Della Scala, dalla quale prende il nome di “Rocca Scaligera” come postazione difensiva per l’intero territorio di Verona. È uno dei castelli italiani meglio conservati ed è dotato di una darsena che costituisce un raro esempio di fortificazione destinata a uso portuale. La sua atmosfera oggi è resa ancora più suggestiva per una leggenda a cui il Castello Scaligro che guarda il lago è legato. Si dice, infatti, che in passato, secondo un’antica tradizione locale, qui risiedevano due giovani e nobili sposi, Ebengardo e la sua amata Arice. Una notte di tempesta il cavaliere Elaberto del Feltrino chiese ospitalità e si innamorò di Arice. Decise di conquistarla tanto che fu aggredita da  Elaberto, ma Arice lottò con tutte le sue forze tanto da essere uccisa. In quel momento sopraggiunse Ebengardo che, alla vista della moglie ormai morta, sfoderò la sua arma e la vendicò. Da allora si racconta che il fantasma di Ebengardo vaghi tra le stanze del castello in cerca della sua Arice. Il Castello Scaligero dona a Sirmione un fascino unico.