Vini italiani: i più pregiati e costosi

Vini italiani: i più pregiati e costosi

I vini italiani sono fra i più pregiati e costosi del mondo e le cui cifre arrivano a raggiungere anche i 3

da in Made in Italy, Primo Piano, Vini Pregiati
Ultimo aggiornamento:

    I vini italiani sono fra i migliori del mondo, sebbene nel nostro paese la cultura del bere sia attecchita da poco tempo, nonostante la grande e forte tradizione enologica della nostra penisola. Infatti, secondo alcuni sondaggi, solo una piccola percentuale della popolazione italiana è disposta a spendere cifre record per una bottiglia di vino di qualità, mentre all’estero i vini prodotti in Italia sono fra i più ricercati nelle cene di lusso, come complemento ai cibi più pregiati. Oggi vi presentiamo dunque alcuni fra i vini più costosi ed esclusivi prodotti in Italia.


    Bolgheri Sassicaia
    bolgheri sassicaia

    E’ un vino rosso DOC che viene prodotto nella provincia di Livorno. La nascita di questo vino pregiato risale agli anni ’40 quando il marchese Mario Incisa della Rocchetta, grande estimatore di vini francesi, importò da Chateau Lafite alcuni vitigni di cabernet sauvignon e di cabernet franc, ancora sconosciuti nella nostra penisola. Egli piantò questi vitigni all’interno della tenuta San Guido, nella Maremma Livornese, il cui terreno era simile a quello della zona di Bordeaux da cui provenivano i tralci, e nel 1944 produsse le prime bottiglie ad uso familiare, e iniziò a commerciarlo nel 1968. Dal colore rosso granata brillante ed intenso e dal profumo ampio e penetrante con note di marasca unito a sentori di legno aromatico e toni speziati sul fondo, il Sassicaia è uno dei più pregiati vini italiani apprezzato in tutto il mondo per il suo sapore asciutto e armonico. Una bottiglia di Sassicaia può anche arrivare a costare 800 euro, secondo l’annata in cui è stata prodotta.

    Barbaresco Gaja
    barbaresco gaja

    L’immagine del Barbaresco, da sempre considerato come il “fratello minore” del Barolo, è stata rivalutata negli ultimi anni grazie al grande produttore Angelo Gaja, con il quale questo vino italiano ha acquistato una grande rilevanza a livello internazionale tanto da essere soprannominato “The King” da numerose riviste americane. Gaja ebbe il coraggio di rinnovare questo vino negli anni ’60, con tecniche che vanno dall’abbattimento vertiginoso della produzione per ettaro (per una maggior qualità), al controllo della temperatura di fermentazione, all’uso di lunghi tappi e all’affinamento in barrique.

    Il pregiato Barbaresco Gaja ha una grande capacità di invecchiamento e bottiglie di oltre 30 anni, con prezzi dai 200 agli 800 euro a bottiglia, sono ancora in grado di esprimere sentori suadenti e morbidi di frutta matura.

    Masseto
    masseto

    Il Masseto di Tenute dell’Ornellaia è un vino dal colore rubino intenso e vivace, che si apre con sentori di frutti di bosco e della macchia mediterranea, mirto e timo. Il suo gusto è robusto e impegnativo, coperto con eleganza da tannini morbidi, spessi e vellutati. Il Masseto è stato prodotto per la prima volta a metà anni ‘80 ed ha subito conquistato il cuore del gran pubblico diventando uno dei vini italiani più pregiati e ricercati all’estero. Si tratta del più importante Merlot italiano, prodotto a Bolgheri da Tenuta dell’Ornellaia in una tenuta di soli 210 ettari nella quale vengono accuratamente selezionate solo le uve migliori per produrre questo vino, che viene affinato in barrique di rovere francesi, e che può raggiungere anche i 3.400 euro per una bottiglia dell’annata 2000.

    Per saperne di più sui vini italiani più pregiati:
    I migliori vini italiani

    I vini più costosi del mondo: classifica di Wine Spectator

    748

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Made in ItalyPrimo PianoVini Pregiati Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI