Speciale Natale

Galateo a tavola: le regole del bon ton per non sbagliare

Galateo a tavola: le regole del bon ton per non sbagliare
da in Alta Società, Curiosità, Lifestyle
Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10

    Galateo a tavola

    La parola galateo vi fa sorridere e pensare a scene d’altri tempi? In realtà si tratta di un tema sempre attuale, soprattutto quando si parla di galateo a tavola e delle regole del bon ton. Perché nella vita di ogni giorno capita sempre più spesso di mangiare fuori o di ricevere ospiti a casa nostra. Proprio per questo è importante conoscere alcune regole base di comportamento, che ci permettano di evitare situazioni imbarazzanti. E se temete di non conoscere perfettamente tutti questi precetti o avete dei dubbi su alcuni punti, ecco l’occasione per un veloce ripasso: le regole del bon ton a tavola per non sbagliare.

    galateo buffet elegante

    Tra le norme del bon ton da sapere ve ne sono alcune che possono sembrare davvero bizzarre, se non se ne conosce la motivazione. Lo sapevate per esempio che secondo il galateo a tavola non si dovrebbe mai augurare buon appetito? Questo augurio lascerebbe infatti intendere un maggiore interesse per il cibo rispetto alla conversazione, con il rischio di offendere gli altri commensali. Anche “cin cin” è un altra frase che sarebbe meglio evitare, se volete seguire l’etichetta. Il galateo prevede infatti che i calici vengano alzati con un piccolo gesto discreto esprimendo eventualmente un augurio personale e sincero.

    posate tavola elegante

    Se avete dei dubbi su come si mangiano alcuni alimenti secondo il galateo, incominciate a tenere a mente questa semplice regola: niente coltello per uova e formaggio morbido. Può bastare la forchetta. Anche per il pane, il galateo a tavola prevede che non si utilizzi il coltello, ma le mani, facendo attenzione a non spargere le briciole sulla tavola.

    posate pesce

    Come si mangia il pesce secondo il galateo della tavola? Il modo più semplice per pulire il pesce è partire dalla coda e poi passare alla testa: quando le avrete staccate posatele su un lato del piatto e fate un taglio per tutta la lunghezza del pesce, per aprirlo in due e eliminare lisca e pelle. Una volta pulito, il pesce va mangiato utilizzando forchetta e coltello appositi.

    Non appoggiare mai le posate sul tavolo

    Ecco un’altra delle regole del bon ton che spesso si tende a dimenticare: non appoggiare mai le posate sul tavolo durante le interruzioni del pasto. Nelle pause le posate vanno infatti lasciate nel piatto, con la parte metallica verso il basso: la posizione corretta è raffigurata dalle 20.20 dell’orologio. A fine pasto le posate vanno sistemate entrambe con i manici in basso e la parte metallica in alto, parallele sul piatto: vi basterà tenere a mente la posizione delle ore 6.30.

    Al ristorante

    Cosa prevede il galateo al ristorante? Se è abbastanza risaputo che quando si va al ristorante in coppia generalmente l’uomo entra per primo e paga anche per la compagna, è altrettanto meno noto come comportarsi quando si è in gruppo. In questo caso, le regole del bon ton indicano che chi invita aspetta gli ospiti sulla porta del ristorante entrando poi per primo e aiutando le signore a sedersi. Inoltre, se al ristorante dovesse capitarvi di vedere un amico o un conoscente seduto con un altro gruppo, salutatelo con un gesto, senza stringere la mano o intrattenervi.

    disporre posate secondo galateo

    Come apparecchiare secondo il galateo? Senza entrare nei dettagli dei casi più particolari, come per esempio il buffet di Natale, basterà ricordare alcune semplici regole del bon ton. Prima di tutto tenete presente che vi sarà utile apparecchiare seguendo la logica. Quindi a destra andranno generalmente gli oggetti che saranno utilizzati con la mano destra: coltelli (con la lama volta verso il piatto), cucchiai e bicchieri. Le forchette a sinistra. Unica eccezione: la forchettina da ostriche, all’estrema destra. All’esterno vanno sempre le posate che si usano per prime. Le posatine da dessert vanno messe orizzontali davanti al piatto.

    tavola elegante frutta

    Servire il prima il dolce o la frutta, cosa dice il galateo? Se anche voi vi siete posti più volte questa domanda, ecco la sequenza corretta, secondo regole del bon ton: prima i formaggi, poi il dessert e infine servire la frutta per ultima, insieme a coltello e forchetta.

    1116

    Speciale Natale

    ARTICOLI CORRELATI