Speciale Natale

I francobolli più rari e costosi al mondo, la classifica

I francobolli più rari e costosi al mondo, la classifica
da in Classifiche, Collezionismo
Ultimo aggiornamento: Martedì 22/11/2016 09:39

    I francobolli più rari e costosi

    Quali sono i francobolli più rari e costosi al mondo? Scopritelo con noi, scorrendo la classifica dei 10 pezzi più ricercati dagli appassionati di filatelia. E anche se non siete esperti o collezionisti, potrete comunque divertirvi a leggere le intriganti storie che si celano dietro a questi piccoli tesori. Perché la maggior parte di questi francobolli è stata battuta alle aste più importanti del mondo, per cifre degne delle più celebri opere d’arte: dal francobollo indiano stampato per errore con la testa capovolta al timbro provvisorio utilizzato alle Bermuda, lasciatevi quindi conquistare anche voi dal fascino della filatelia!

    One Cent Black Magenta

    A guidare la classifica dei francobolli più rari e costosi al mondo, un pezzo del 1865, proveniente dalla Guiana Britannica, conosciuto come One Cent Black Magenta. Battuto nel 2014 all’asta da Sotebhy’s alla cifra record di più di 8.5 milioni di Euro, deve tutto il suo valore al fatto di essere l’unico esemplare ad ora rinvenuto stampato con il valore di 1 centesimo, invece che 4, come tutti gli altri della stessa partita.

    Queen Victoria

    Al 2° posto nella classifica dei francobolli più rari e costosi al mondo troviamo il Queen Victoria, il primo francobollo emesso nel 1847 dalla Colonia Britannica di Mauritius. Oggi è prezioso perché per errore fu stampata la scritta Post Office anziché Post Paid sia sul tipo da 1 penny che su quello da 2 pence: la busta affrancata con entrambi i francobolli fu venduta per più di 3.4 milioni di Euro!

    Z Grill

    Noti per avere coniato alcune tra le monete più ricercate e preziose del mondo, gli Stati Uniti dominano anche i vertici della classifica filatelica grazie a Z-Grill, emesso nel 1868 e stimato attorno ai 2.7 milioni di Euro. Si tratta infatti di uno dei francobolli più rari e costosi al mondo – di cui si conoscono solo 2 esemplari – reso particolare dalla caratteristica griglia a Z, una punzonatura a secco impressa sul retro per impedire la contraffazione.

    Three Skilling Yellow

    Al 4° posto della classifica dei francobolli più rari e costosi al mondo un pezzo svedese, conosciuto come Three-Skilling Yellow. Emesso nel 1855, si distingue per essere l’unico esemplare giallo di una varietà stampata in verde: una singolarità stimata circa 2 milioni di euro!

    Error of colour

    Tra i francobolli più rari e costosi al mondo anche un pezzo proveniente dall’Italia, il cosiddetto Error of Colour, al 5° posto della prestigiosa classifica. Si tratta del francobollo italiano più pagato di sempre, stampato in blu invece che in arancione nel 1859 e battuto all’asta nel 2011 per 1.8 milioni di Euro.

    Missionary stamps

    Ad occupare il 6° posto della classifica dei francobolli più rari e costosi al mondo, troviamo i Missionary Stamps, stampati alle isole Hawaii tra il 1851 e il 1852 e così denominati perché utilizzati principalmente dai missionari. Oggi del valore da 2 ¢ ne esistono solo 15 esemplari e anche gli altri valori sono considerati piuttosto rari: nel 1995 fu venduta una serie completa, composta da un 2¢, un 5¢ e due tipi da 13¢ per circa 1.7 milioni di Euro.

    China Japan Gold Traders

    E’ considerato il primo francobollo privato del mondo: stiamo parlando del China Japan Gold Traders, fatto realizzare nel 1847 dai commercianti d’oro di Cina e Giappone per l’affrancatura dei trasporti preziosi tra i due Paesi. Uno dei 15 esemplari stampati è stato venduto in Nepal per più di 1.4 milioni di Euro: con una simile cifra il China Japan Gold Traders si attesta così al 7° posto della classifica dei francobolli più rari e costosi al mondo .

    Perot provisionals

    Anche se annoverati tra i francobolli più rari e costosi al mondo, i Perot provisionals di Bermuda sono in realtà dei timbri provvisori, che prendono il nome da William Bennet Perot, il postmaster che li realizzò nel 1848 quando Hamilton divenne capitale. Oggi sono rimasti solo 11 undici esemplari e si stima che il loro valore possa superare i 220mila Euro.

    Penny black

    Nella classifica dei francobolli più rari e costosi al mondo non può certo mancare il Penny Black: emesso nel 1840 in Gran Bretagna, è stato il primo francobollo postale utilizzato ufficialmente nella storia dell’uomo. Stampato in nero, restò in corso per poco più di 1 anno e poi sostituito dal Penny Red, perché gli annulli erano difficili da vedere sullo sfondo scuro. Attualmente vale oltre 100.000 euro.

    Four Annas Inverted Head

    A chiudere la classifica dei 10 francobolli più rari e costosi al mondo, un pezzo emesso in India nel 1854: il Four Annas Inverted. Durante la sua produzione almeno tre fogli furono stampati con la testa capovolta e nel 2013 un esemplare è stato venduto all’asta per circa 83mila Euro.

    1345

    Speciale Natale

    ARTICOLI CORRELATI